Reperimento responsabile delle materie prime

“Due Diligence Ready” : un nuovo portale della Commissione a sostegno delle imprese

Il 20 novembre la Commissione europea ha lanciato il progetto “Due Diligence Ready!”, un portale online contenente informazioni rivolte alle imprese per aiutarle a reperire, in modo responsabile, le materie prime e a rispettare, il più possibile, i requisiti normativi di cui fa parte il nuovo regolamento UE sui “minerali provenienti da zone di conflitto o ad alto rischio”, approvato nel maggio del 2017 e che entrerà in vigore il 1° gennaio 2021. Offrirà, in particolare, elementi per valutare se l’uso e l’approvvigionamento di materie prime rispetteranno i diritti dell’uomo e contribuiranno a rendere l’intera filiera più trasparente e responsabile.

Questo sistema di controllo avanzato sulla trasparenza degli approvvigionamenti è stato favorevolmente promosso dalla ex Commissaria europea per il mercato interno, l’industria, l’imprenditoria e le PMI (le piccole e medie imprese), Elżbieta Bieńkowska.

La piattaforma digitale, da poco divulgata, avrà obiettivi specifici:

  • Aiutare le aziende a migliorare la loro competenza nella scelta dei minerali
  • Faciliterà il rispetto dell’ordinamento dell’UE sull’approvvigionamento responsabile dei minerali (soprattutto di tungsteno, stagno, tantalio e oro, oggigiorno fondamentali per la produzione di strumenti di uso quotidiano)
  • Dare una risposta alla sempre più crescente domanda del mercato di minerali provenienti da fonti responsabili, incrementando e rafforzando la trasparenza nella catena di valore

Per saperne di più: il comunicato della Commissione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here