Chi siamo

Nata nel febbraio del 2005, APICE (Associazione per l’Incontro delle Culture in Europa), con riconoscimento regionale dell’11 ottobre 2005, si è formata dall’incontro di soggetti provenienti da consolidate esperienze nelle Istituzioni europee e da rappresentanti della società civile, attivi nelle Regioni del Nord Ovest italiano, in particolare in Piemonte, Lombardia, Veneto. Sono nati in quel contesto, con la collaborazione di APICE e della Commissione europea, due strumenti di informazione europea: Euronote e “Infoeuropa”, quest’ultimo evoluto poi in “Internazionale Lombardia news”.

Fin dal febbraio 2006 il sito http://www.apiceuropa.eu offre possibilità di un’informazione quotidiana sull’Europa e la vita dell’Associazione, insieme con uno spazio di interattività e di commento sull’attualità europea. La comunicazione sui temi europei trova un ulteriore sviluppo nella collaborazione con testate nazionali e locali in Piemonte (“La Guida” di Cuneo, “La Voce e il Tempo” di Torino e altre testate della catena di giornali piemontesi) e con siti on line, con la produzione di oltre un migliaio di articoli e commenti sull’attualità europea.

In Piemonte APICE ha contribuito ad alimentare la rete europea creata in collaborazione con soggetti della Lombardia e a sviluppare attività di animazione sul territorio piemontese, in particolare nelle province di Torino e Cuneo, con gli Istituti scolastici, gli enti locali e le organizzazioni della società civile, realizzando nei suoi quindici anni di vita centinaia di iniziative di informazione e formazione.

Tra i principali progetti dell’Associazione ricordiamo:

Animazione Europea per il Piemonte” (2005) percorso di sensibilizzazione sui temi europei rivolto alle organizzazioni della società civile;

GrandaEuropa” (2005) che ha aperto la strada alle attività di APICE nelle scuole della provincia di Cuneo;

Abcd’Europa” (2006) progetto di documentazione e produzione di materiali informativi resi accessibili via web ad un pubblico di cittadini, studenti e operatori delle istituzioni locali.

Anche su questo fronte il lavoro di APICE è proseguito negli anni con progetti quali “Cittadini d’Europa oltre la nebbia” (rivolto agli operatori e agli amministratori della città di Torino e realizzato nel 2007) fino al più recente progetto “Opportunità Europa” realizzato nel corso del 2014 in partnership con l’Associazione Nazionale dei Comuni d’Italia (ANCI) e con il Comune di Cuneo, un percorso di formazione, di durata semestrale, per giovani amministratori provenienti da tutto il territorio nazionale, sulle politiche europee.

In questi anni APICE ha contribuito alla realizzazione di periodiche visite di studio per gli insegnanti della provincia presso le Istituzioni comunitarie. Nell’autunno 2015 e nella primavera 2016 e negli anni successivi APICE ha sperimentato con partecipanti della società civile e della scuola visite di studio verso Bruxelles e Strasburgo, con tappe sui luoghi della prima guerra mondiale in Francia e in Italia.

Particolarmente interessante il coinvolgimento nell’organizzazione di mostre ed eventi: tra questi ultimi, meritano una segnalazione particolare le mostre “Caratteri Europei” e “ItaliaEuropa 150”, di cui APICE ha curato, insieme con la Comunità di Mambre, i contenuti e il catalogo.

Nel 2014, oltre al già ricordato corso di formazione “Opportunità Europa” e le molte attività di formazione europea in provincia di Cuneo, APICE ha animato numerose assemblee nelle scuole della provincia, in preparazione alle elezioni europee e ha collaborato alla realizzazione del progetto “Library of European Memory”, gemellaggio multilaterale coordinato dal Comune di Castagnole delle Lanze nell’ambito del programma Europa per i Cittadini.

Negli anni più recenti sono stati realizzati i progetti “PACE” (Partecipazione Attiva alla Cittadinanza Europea), un progetto promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo con lo scopo di portare avanti il lavoro di alfabetizzazione e promozione della cittadinanza europea.

Negli anni 2017 e 2018 Apice ha lavorato al progetto “Senza Confini”, un bando promosso dalla fondazione CRC rivolto ad istituti scolastici della provincia di Cuneo, Apice ha supportato la realizzazione dei progetti presentati da 5 scuole del territorio. L’obiettivo è stato quello di ragionare sul concetto di confini, lavorando per creare “soglie”, ponti che facilitino l’incontro, il dialogo, la contaminazione. Nel febbraio 2018 ha avviato il progetto “Confini e Destini”.

Il lavoro di “PACE” realizzato a partire dal 2015 è proseguito con il suo seguito: “PACE 2.0”, progetto, realizzato in collaborazione con la Rappresentanza italiana della Commissione Europea, che si è delineato in progetti formativi nelle scuole della provincia e in incontri di approfondimento di tematiche europee. Nell’ambito di tale progetto è stata promossa “EuropAscolta”, un’iniziativa di consultazione civica volta a sondare il sentire europeo dei cittadini, da cui è stato prodotto il report conclusivo inviato alla Commissione Europea.

A partire dal 2017 Apice collabora nel progetto TransFoVAAL, nell’ambito del programma ALCOTRA per la collaborazione transfrontaliera tra Italia e Francia. Il progetto vede Apice impegnata nella formazione di figure professionali dell’ambito della trasformazione agro-alimentare, attraverso il riconoscimento di titoli di studio nei due paesi e la creazione di un programma formativo binazionale ad hoc.

In ambito formativo Apice partecipa al PON 2014 – 2020 (Progetto Operativo Nazionale) promosso dal Ministero dell’Istruzione e finanziato dall’Unione Europea. Nell’ambito di questo progetto si è intervenuti in numerose scuole della provincia, proponendo a studenti e studentesse attività di cittadinanza attiva, toccando temi quali le migrazioni, l’ambiente, la cittadinanza europea, coinvolgendo i ragazzi anche in attività al di fuori del contesto scolastico, alla conoscenza di realtà che operano nei campi menzionati.

Dal marzo 2018 è presente a Cuneo un ufficio di Europe Direct con il quale Apice collabora fin dai primi giorni, con partecipazioni congiunte a vari progetti e un reciproco supporto alle relative attività.

Dal 2009 APICE ha collaborato alla realizzazione di diverse pubblicazioni: Europa Tartaruga (2009), Caratteri europei (2010), Europa per giovani (2012), Svegliati Europa (2013), SOS Unione Europea (2016) e Faglie d’Europa (2016), è in fase conclusiva Patria Europea (2019).