Anatomia del Parlamento Europeo 2019 – 2024

A poco più di due settimane dalla conclusione dell’appuntamento elettorale, va definendosi la composizione del Parlamento europeo per la legislatura 2019 - 2024. Registrano una crescita significativa il gruppo liberale dell’ALDE&R (+37, grazie anche all’adesione di La République En Marche (Fra), assente nella precedente legislatura), il gruppo dei Verdi-ALE (+22) e la destra radicale dell’ENF (+22), seguiti dal gruppo populista-euroscettico EFDD (+12).

Alcune risposte del Presidente del Parlamento europeo Tajani sul futuro dell’Europa, dopo le elezioni...

Gli elettori europei si chiedono che cosa succederà dopo le elezioni del maggio 2019 e quale sarà l’ordine del giorno della prossima sessione plenaria del Parlamento.

Il progetto italiano Europhonica vince il Premio europeo Carlo Magno della gioventù

Per il secondo anno consecutivo l’Italia riceve il premio europeo Carlo Magno della #gioventù, assegnato dal Parlamento Europeo a giovani di età compresa tra i 16 e i 30 anni.

5 giugno 2019, giornata internazionale dell’ambiente

Il prossimo 5 giugno ricorre l’anniversario della giornata mondiale dell’ambiente. Tale ricorrenza  è stata ufficialmente istituita il 15 dicembre del 1972 dalle...

Cooperazione con l’Albania per la sorveglianza delle frontiere UE

Il 22 maggio l’Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera ha dato vita al primo intervento al di fuori dei confini UE, nel territorio di uno stato terzo. Da tal giorno, in fatti, squadre dell’Agenzia si trovano in Albania, per un progetto che rappresenta un importante passo in avanti nella cooperazione transfrontaliera.

UE: nuovi progressi per la gestione dei rifugiati in Turchia

Il rapporto della Commissione europea Venerdì 17 maggio - si è tenuto il dodicesimo incontro per valutare i progressi fatti...

ERASMUS+: un’esperienza decisiva per 5 milioni di studenti europei

Il progetto #Erasmus+, promosso dall'Unione Europea e attivo ormai da più di trent'anni, ha cambiato e sta cambiando la vita a più di 5 milioni di giovani europei che non solo traggono benefici immediati dall'esperienza di studio all'estero, ma riscontrano esiti positivi anche nella loro futura carriera universitaria e lavorativa. Uno studio condotto dalla Commissione Europea sull'impatto di Erasmus+ ha coinvolto 77.000 studenti e più di 500 organizzazioni e ha dimostrato come questo progetto agevoli i #giovani nelle loro future carriere lavorative e li prepari ad affrontare le sfide della nuova era digitale, sfide particolarmente acute per la società moderna.

L’europeismo dei giovani, lo studio del CESE

Il CESE ha recentemente pubblicato i risultati di uno studio richiesto dal gruppo Diversità Europa sul sentimento dei giovani europei rispetto all’appartenenza all’Unione europea. Lo studio è basato principalmente su un sondaggio rivolto a ragazzi tra i 14 e i 18 anni, di varie scuole del territorio europeo, per sondare le loro conoscenze e il loro sentimento europeo.

Salviamo le api! – una nuova Iniziativa dei cittadini europei registrata dalla Commissione Europea

La Commissione europea ha recentemente proceduto alla registrazione di una nuova Iniziativa dei cittadini europei (ICE), lo strumento attraverso il quale i cittadini dei...

Il Consiglio dell’UE proroga le sanzioni contro il regime siriano e i suoi sostenitori

La misura adottata in risposta alla continua repressione violenta della popolazione civile Il Consiglio dell’Unione Europea - riunitosi nella...

Disastri naturali: la Commissione propone tre interventi finanziati dal Fondo di solidarietà

Anche l’Italia tra i beneficiari dopo le inondazioni dello scorso autunno La Commissione europea ha recentemente deliberato tre nuove...

Il Comitato economico e sociale europeo discute della crescita dell’antisemitismo

Il Comitato economico e sociale europeo (CESE) ha invitato alla sua 543ª sessione plenaria Raya Kalenova, Michał Bilewicz e Joël Kotek per discutere del tema dell’antisemitismo in Europa.

Summer School – volontariato in Spagna nel settore accoglienza e educazione

Se sei un giovane tra i 18 e i 30 anni che ama l'Europa e si vuole mettere in gioco con un'esperienza...

Importante pronuncia della Corte di Giustizia in materia di status di rifugiato

La Corte di Giustizia dell’Unione europea ha stabilito che lo status di rifugiato e i correlati diritti previsti dalla Convenzione di Ginevra non subiscono gli effetti di eventuali provvedimenti di revoca o diniego del riconoscimento dello status stesso, impedendo, di conseguenza, il respingimento dell’interessato verso un Paese dove la sua vita o la sua libertà possano essere minacciate.

Le celebrazioni per il decimo anniversario del Partenariato orientale

Unione europea, Armenia, Azerbaijan, Bielorussia, Georgia, Moldavia e Ucraina festeggiano il decennale della loro collaborazione Gli scorsi 13 e 14...

Nuove azioni della Commissione per combattere lo spreco di cibo

Nell’Unione Europea circa il 20% del cibo prodotto viene sprecato o disperso. Si tratta di una quantità molto elevata considerando le innumerevoli persone che nel mondo patiscono ancora la fame. Inoltre lo spreco alimentare genera problemi sociali, ambientali ed economici inaccettabili.

Il sostegno della Commissione europea alle regioni in transizione industriale

Progetti sperimentali al via. Anche il Piemonte tra i beneficiari La Commissione europea ha recentemente presentato i risultati di un’iniziativa pilota...

Dalla Commissione nuovi fondi a sostegno dell’istruzione in contesti emergenziali

La Commissione europea ha disposto l’erogazione di 164 milioni di Euro in aiuti umanitari, destinati a finanziare progetti nel settore dell'istruzione in situazioni di emergenza. Lo stanziamento è stato ufficialmente annunciato nel corso di #School4All, la conferenza sull’istruzione in situazioni emergenziali recentemente tenutasi a Bruxelles, che ha visto la partecipazione di oltre 400 operatori del settore.

Costruire un’Unione più forte e più unita: il parere dei giovani europei

Come costruire un’Europa più forte e più unita? Questo il titolo di un questionario posto a giovani europei tra i 15 e i 30 anni riguardo la loro partecipazione a attività sociali, politiche e civili, il loro punto di vista sulle priorità dell’Unione e le azioni a favore dei giovani che essa dovrebbe sostenere, le loro idee riguardo alla scuola e ai valori che essa dovrebbe trasmettere.

La Commissione europea pubblica le previsioni economiche di primavera 2019.

La Commissione europea ha recentemente pubblicato le previsioni economiche della primavera 2019, riguardanti i dati del, 2019 e 2020 rispetto al 2018. In termini generali emerge una continua crescita dell’economia europea nel 2019, per il settimo anno consecutivo, e la crescita persisterà anche nel 2020.

Editoriali e commenti

Ultime news

Schede tematiche