La Commissione europea ha registrato l’iniziativa dei cittadini europei che chiede all’UE di sostenere finanziariamente la sicurezza e accessibilità dell’aborto

31

L’Iniziativa dei cittadini europei è uno strumento previsto dal Trattato di Lisbona per permettere ai cittadini di influire sul programma di lavoro della Commissione, facendo presenti a quest’ultima priorità e bisogni. 

Il 10 aprile scorso, la Commissione europea ha deciso di registrare l’iniziativa dei cittadini europei dal titolo “My Voice, My Choice: For Safe And Accessible Abortion” (La mia voce, la mia scelta: per un aborto sicuro e accessibile). Gli organizzatori dell’iniziativa hanno invitato la Commissione a presentare agli Stati membri una proposta di sostegno finanziario che permetta a chiunque di interrompere la gravidanza in condizioni di sicurezza.

La decisione di registrare tale iniziativa deve essere circoscritta alla competenza meramente di sostegno che spetta all’Unione circa l’azione degli Stati membri nel settore della politica sanitaria. Poiché l’iniziativa soddisfa le condizioni formali stabilite nella normativa, la Commissione la ritiene giuridicamente ammissibile, ma non ha ancora analizzato le proposte nel merito. A partire dalla registrazione dell’iniziativa, gli organizzatori hanno sei mesi di tempo per avviare la raccolta delle firme: se in un anno di tempo riusciranno a raccogliere un milione di dichiarazioni di sostegno da almeno sette diversi Stati membri, la Commissione sarà tenuta a reagire, decidendo se intervenire o no in risposta alla richiesta e motivando la decisione.

Per approfondire: Registrata dalla Commissione l’iniziativa dei cittadini europei che chiede all’UE di sostenere finanziariamente la sicurezza e accessibilità dell’aborto 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here