Home Autori Articoli di Franco Chittolina

Franco Chittolina

1259 ARTICOLI 0 COMMENTI
presidente di APICE, ha lavorato per 25 anni a Bruxelles presso le Istituzioni europee (Consiglio dei ministri prima e Commissione poi), impegnandosi per il dialogo tra le Istituzioni comunitarie e la società civile. Dal 2005 lavora in Italia per portare l’Europa sul territorio piemontese, in particolare nella provincia di Cuneo.

Italia, un paese da Operetta?

Il balletto che ha accompagnato il risultato di queste nostre singolari elezioni, àƒÆ’à‚¨ stato scandito nella stampa estera in tre tempi, quasi a ritmo di valzer, come ben si addice ad una corte di vecchie dinastie al tramonto.

Dopo una campagna elettorale senza Europa – Per un nuovo protagonismo dell’Italia nell’Ue

Non sarà   come all’indomani della seconda guerra mondiale, ma di macerie il Governo Berlusconi ne ha lasciate tante sul terreno. E adesso su quelle...

Ancorare l’Italia all’Europa

Al netto delle parole sopra le righe e dei numeri sparati a casaccio, molta parte di questa penosa campagna elettorale si muove sul filo tesissimo della nostra appartenenza allàƒÂ¢à¢â€šÂ¬à¢â€žÂ¢Europa. Ne hanno coscienza ormai molti italiani, ne sono forse ancora piàƒÆ’à‚¹ consapevoli molti nostri concittadini europei.

Perchà© il sogno non si trasformi in incubo – Ancorare l’Italia all’Europa

Al netto delle parole sopra le righe e dei numeri sparati a casaccio, molta parte di questa penosa campagna elettorale si muove sul filo...

A Bruxelles ancora un’occasione mancata

Brutto clima al Consiglio Europeo di Primavera Doveva essere un appuntamento importante quello dei Capi di Stato e di Governo riuniti a Bruxelles la fine...

L’Italia vista da Bruxelles

Vista da Bruxelles, dove nei giorni scorsi sono tornato per motivi di lavoro, làƒÂ¢à¢â€šÂ¬à¢â€žÂ¢Italia appare come un oggetto un poàƒÂ¢à¢â€šÂ¬à¢â€žÂ¢ misterioso che suscita curiositàƒÆ’à‚  e qualche apprensione. Paese fondatore della prima ComunitàƒÆ’à‚  europea allàƒÂ¢à¢â€šÂ¬à¢â€žÂ¢inizio degli anni àƒÂ¢à¢â€šÂ¬à¢â€žÂ¢50, guidata per molti decenni da governi saldamente ispirati ad una politica europeista, làƒÂ¢à¢â€šÂ¬à¢â€žÂ¢Italia di questo ultimo decennio ha mandato a Bruxelles segnali contrastanti, se non addirittura contraddittori...

Dalla vicenda Enel brutti segnali per l’Europa

Deve essere destino: anche vicende importanti per i cittadini, il Paese e l’Europa quando finiscono nel frullatore della campagna elettorale tendono più a produrre...

Il virus dell’intolleranza come quello dell’influenza aviaria?

Non àƒÆ’à‚¨ un fantasma quello dellàƒÂ¢à¢â€šÂ¬à¢â€žÂ¢intolleranza che si aggira in questi tempi per làƒÂ¢à¢â€šÂ¬à¢â€žÂ¢Europa e per il mondo. Purtroppo ha una consistenza fisica pesante, fatta di massacri e violenze. Forse quello che manca sul tema qui in Europa àƒÂ¢à¢â€šÂ¬à¢â‚¬Å“ ma non va meglio altrove - àƒÆ’à‚¨ la consistenza culturale della risposta, a dire il vero piàƒÆ’à‚¹ da parte dei Governi nazionali che non dellàƒÂ¢à¢â€šÂ¬à¢â€žÂ¢Unione europea e delle sue Istituzioni, in particolare del Parlamento e, per una volta, anche della Commissione che hanno parlato con voce forte e saggia.

Bolkestein: un pericolo sventato ma il problema resta

E’ sorprendentemente recente l’attenzione dell’opinione pubblica alla libera circolazione dei servizi in Europa. Il tema è letteralmente esploso l’anno scorso e porta il nome...

La Bolkestein dopo il voto del Parlamento europeo

Adesso che il Parlamento europeo ha espresso, in prima lettura, il suo voto sulla proposta di direttiva Bolkestein àƒÆ’à‚¨ venuto il momento di un primo bilancio su una vicenda ricca di molti risvolti. A cominciare dalle reazioni suscitate, talune del tutto non pertinenti o almeno tardive per finire con una valutazione degli emendamenti proposti e alcune considerazioni sulla traiettoria futura della direttiva.

Europa: mobilità   tranquilla all’interno e mobilitazioni turbolente all’esterno

Le cronache di questi giorni hanno giustamente attirato la nostra attenzione sulle turbolenze che agitano gli ambienti fondamentalisti islamici, sfociate in violenze su persone...

E se l’Ue uscisse dal letargo?

La lunga «pausa di riflessione» inaugurata dalla decisione del Consiglio europeo del giugno scorso dopo i NO francese e olandese al Trattato Costituzionale sembra...

Energia e Europa a sovranità   limitata.

Con la temperatura particolarmente bassa di questo inverno sono saliti i prezzi dell’energia. E’ stata la conseguenza della legge del mercato su domanda e...

Quale 2006 per l’Unione europea?

L’Unione europea si lascia alle spalle un 2005 che verrà   probabilmente ricordato come uno degli anni più difficili della sua storia. E già   alcuni...

Per il bilancio Ue sette anni di carestia?

Tra le molte cose importanti e complicate che fanno l’Unione europea il bilancio occupa un posto di tutto rispetto. Che sia importante è persino...

Politica euromediterranea: bilancio e impegni modesti

Il luogo, la data e le dimensioni del Vertice di Barcellona dei giorni scorsi mandavano segnali ambiziosi: nella città   catalana dieci anni fa,...

Costituzioni in cantiere

Tra le non molte cose che in questa stagione l’Italia condivide con l’Europa vi è sicuramente il «cantiere costituzionale». Mentre nel nostro Paese il...

Attenzione ai regali di Natale in provenienza da Hong kong

Capita spesso che i Paesi asiatici ci riservino sorprese spiacevoli: dall’assalto commerciale che dura da anni e continuerà   in futuro fino ai virus...

Dalla Francia in fiamme un messaggio all’Europa

«Cosa puಠsperare un ragazzo che nasce in un quartiere senz’anima, che vive in palazzo sporco, circondato da altri altrettanto sporchi, da mura grigie...

A Londra un vertice per nulla?

Il Consiglio europeo dei Capi di Stato e di Governo la settimana scorsa a Londra, conclusosi senza alcuna decisione concreta, è parso a molti...

Editoriali e commenti

Ultime news

Schede tematiche