3 maggio: Libertà di stampa, un valore da non dimenticare

265

Il 3 maggio ricorre ogni anno, dal 1993, la giornata mondiale, dedicata alla libertà di stampa. Questo anniversario fu infatti per la prima volta stabilito, nel dicembre del 1993, dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, successivamente alla raccomandazione della Conferenza Generale dell’UNESCO.

Dopo trent’anni, questa ricorrenza storica resta oltremodo significativa, per ricordarci l’importante connessione esistente tra la libertà di cercare, emettere e ricevere delle informazioni chiare e corrette. Quest’attività riveste una maggior importanza per continuare a preservare e a costruire il bene pubblico e lo spazio della società civile, soprattutto in un contesto generale come quello attuale, minacciato dalla guerra e dal grande rischio di disinformazione. 

Sono stati programmati, per il 2022, degli speciali eventi celebrativi per ricordare a tutti il valore della libertà di stampa. Uno di questi, organizzato congiuntamente dall’ Unesco e dalla Repubblica di Uruguay, si terrà dal 2 al 5 maggio 2022 a Punta del Este, nello Stato sudamericano. 

L’argomento, trattato in quest’occasione, sarà: “giornalismo, sotto l’assedio digitale”. Verranno analizzate tematiche, quali l’impatto del digitale sulla libertà di espressione, la sicurezza dei giornalisti, la vitalità mediatica, la possibilità di accesso all’informazione e la fiducia dell’opinione pubblica nei media. Alla conferenza in Uruguay parteciperanno importanti figure politiche, giornalisti, rappresentanti dei media e manager della sicurezza informatica.

Come diceva Walter Lippmann, “la libertà di stampa non è un privilegio, ma una necessità organica all’interno di una grande società. Senza critiche e articoli affidabili e intelligenti, il governo non può governare.”

Per ulteriori informazioni: la giornata sul portale delle Nazioni Unite

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here