Strumento europeo per la pace: sostegno all’Unione africana per 600 milioni di EUR

35

Giovedì 21 aprile il Consiglio dell’UE ha adottato una decisione volta ad istituire una misura di assistenza a sostegno dell’Unione africana, per un valore di 600 milioni di euro, nell’ambito dello strumento europeo per la pace (EPF). L’UE ribadisce il suo forte impegno a favore del partenariato UE-UA e della cooperazione nel settore della pace e della sicurezza ed è in linea con l’impegno europeo a rafforzare il multilateralismo nei confronti del continente africano.
Per il periodo 2022-2024 l’UE fornirà costante sostegno alle operazioni per garantire la pace a guida africana, consentendo così una rapida risposta ai pertinenti sviluppi in materia di sicurezza in tutto il continente africano.
A seguito della decisione del Consiglio, inoltre, il comitato politico e di sicurezza ha stanziato un sostegno supplementare col fine di rafforzare l’efficacia operativa della task force multinazionale contro Boko Haram (MNJTF) e le sue attività terroristiche, in partenariato con l’Unione africana. L’UE aggiungerà 10 milioni di euro alle risorse già mobilitate nell’ambito dell’EPF a favore della MNJTF, portando il sostegno complessivo a 20 milioni di EUR e consentendo una proroga del sostegno fornito fino al termine del 2022 Si tratta perciò della prima azione finanziata nell’ambito della nuova misura di assistenza a favore delle operazioni di sostegno alla pace a guida africana.

Per approfondire: il comunicato del Consiglio dell’UE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here