Disabilità e disoccupazione: l’UE deve impegnarsi ad eliminare gli ostacoli all’occupazione dei giovani con disabilità

40

Da un’audizione organizzata dal Comitato economico e sociale europeo (CESE) è emerso un aumento del tasso di disoccupazione nei giovani con disabilità. Come evidenziato da Daphne Nathalie Ahrendt, ricercatrice per Eurofound, il 27 % degli intervistati con disabilità era disoccupato, mentre tra le persone prive di disabilità il tasso di disoccupazione era pari al 12 %. Inoltre le possibilità di assunzione per persone con disabilità sono meno del 24,4% e a causa della pandemia di COVID-19 il divario è ancora aumentato.

Oltre ad essere soggetti finanziariamente fragili a causa della disoccupazione essi subiscono anche gravi danni psicologici dovuti alla loro condizione di disoccupazione; vi sono infatti maggiori probabilità di soffrire di depressione, di provare un senso di esclusione dalla società e di conseguenza in molti accusano di soffrire di solitudine e dichiarano di essere pessimisti di fronte al futuro. Cause di questi malesseri sono dovute secondo Christian Takow di Autism Europe, anche ad alcune difficoltà relazionali e di comunicazione nell’ambiente lavorativo, ad esempio nella comprensione delle istruzioni delle regole,nella gestione del tempo, nell’interazione con i colleghi, o durante i colloqui di lavoro.

Per appianare le disuguaglianze è innanzitutto necessario permettere alle persone con disabilità di poter mantenere l’indennità di invalidità quando iniziano a lavorare, in modo da dare loro il tempo di rendersi finanziariamente indipendenti e attenuare il costo della vita aggiuntivo a cui devono far fronte.
Per migliorare le condizioni dei giovani con disabilità è necessaria una collaborazione tra le parti sociali mediata dal lavoro dei comitati come il CESE.

Nonostante tutte le iniziative già intraprese dall’UE per abbattere gli stereotipi le discriminazioni nel che soprattutto i giovani con disabilità subiscono nel mondo del lavoro, è necessario che i servizi sociali e le organizzazioni competenti mettano in campo nuovi mezzi per favorire l’inserimento nel mondo del lavoro e l’impiego dei soggetti con disabilità.

Per approfondire: il comunicato del CESE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here