“Collegare tutte le capitali e i cittadini europei con una rete ferroviaria ad alta velocità”.Questa è la 100ª iniziativa dei cittadini europei registrata dalla Commissione

178

La Commissione europea ha deciso di registrare la 100ª iniziativa proposta dai cittadini dell’UE i
quali richiedono un ampliamento del sistema di trasporto ferroviario al fine di collegare tutte le capitali
europee con treni ad alta velocità.
La Commissione ritiene giuridicamente ammissibile l’iniziativa dei cittadini europei (ICE) poiché
soddisfa le condizioni formali stabilite nella legislazione pertinente.
Al fine di soddisfare le condizioni di ammissibilità l’ICE deve rispettare i seguenti parametri:
1) non deve esulare manifestamente dalla competenza della Commissione di presentare una proposta di
atto giuridico questa è la
2) non deve essere manifestamente ingiuriosa, futile o vessatoria
3) non deve essere manifestamente contraria ai valori dell’Unione.
A partire dalla data di registrazione dell’iniziativa, gli organizzatori avranno 1 anno per raccogliere
un milione di firme a sostegno della proposta in almeno 7 Stati membri. Nel caso in cui la proposta
raggiungesse il numero di firme richiesto, la Commissione sarà tenuta ad esprimersi in merito, dando
seguito ( o meno) alla richiesta dei cittadini europei e motivando la propria decisione.
La ICE, prevista nel trattato di Lisbona come strumento unico per consentire ai cittadini europei di
partecipare attivamente alla definizione delle politiche e delle priorità dell’Unione europea, è stato
varato nell’aprile del 2012.
Dal momento del varo delle ICE i cittadini europei hanno raccolto oltre 18 milioni di firme, mentre la
Commissione ha ricevuto oltre 125 proposte di cui 100 ammissibili e quindi registrate.

Per saperne di più: Iniziativa dei cittadini europei: la Commissione registra la 100ª iniziativa che chiede
di collegare le capitali dell’UE con i treni ad alta velocità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here