L’Unione Europea firma un accordo con la Serbia sulla gestione congiunta delle frontiere

184

Il 19 novembre è stato firmato un accordo tra l’Unione Europea e la Serbia riguardo una cooperazione nella gestione delle frontiere, coordinata appunto dalla Serbia e dall’Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera (Frontex). L’accordo è stato sottoscritto a nome dell’Unione da Dimitris Avramopoulos, Commissario europeo per le migrazioni, gli affari interni e la cittadinanza e da Maria Ohisalo, Ministro degli interni finlandese e Presidente del Consiglio dell’UE; mentre per conto della Repubblica di Serbia da Nebojša Stefanović, Deputato Primo Ministro e Ministro degli Interni.

Questo è il terzo accordo che l’Unione Europea conclude con uno Stato vicino, dopo l’Albania nel 2018 e il Montenegro a inizio 2019.  L’Accordo permette infatti a Frontex di assistere la Serbia nella gestone delle frontiere, di effettuare operazioni congiunte e di dispiegare forze nelle regioni serbe di frontiera con l’UE.

Recentemente il Parlamento Europeo e il Consiglio hanno adottato una nuova regolamentazione per rinforzare Frontex nelle sue attività di contrasto alla migrazione illegale e alla criminalità transfrontaliera, in collaborazione con i Paesi ai confini europei.

Una forte cooperazione tra l’Unione Europea, i paesi confinanti e gli stati terzi è infatti auspicata per una sempre maggiore sicurezza alle frontiere esterne europee.

Per saperne di più: il comunicato della Commissione

Articolo precedenteE tanti auguri al nuovo “governo” UE
Articolo successivoLa Commissione sostiene la nuova politica sui prestiti della Banca europea per gli investimenti nel campo energetico

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here