La proposta della Commissione UE per un aumento della qualità dei tirocini europei

25

La Commissione Europea interviene per migliorare le condizioni di lavoro dei tirocinanti europei, in particolare dal punto di vista della retribuzione, dell’inclusività e della qualità dei tirocini. Il quadro di qualità dei tirocini a livello UE è stato stabilito nel 2014 con 21 principi qualitativi, che tuttavia sono risultati passibili di miglioramento dopo una valutazione che la Commissione ha effettuato nell’anno passato. L’iniziativa contiene una proposta di direttiva relativa al miglioramento delle condizioni di lavoro dei tirocinanti, in particolare gli elementi principali sono:

  • Il principio di non discriminazione soprattutto per quanto riguarda la retribuzione: i tirocinanti devono essere trattati allo stesso modo dei dipendenti stabili
  • La garanzia che i tirocini non servano a nascondere posti di lavoro stabili
  • La possibilità per i rappresentanti dei lavoratori di potersi impegnare per i tirocinanti
  • L’obbligo per gli Stati membri di avere canali che permettano ai tirocinanti di denunciare pratiche scorrette.

La Commissione ha presentato anche una proposta di revisione della raccomandazione del 2014 per quanto riguarda la qualità dei tirocini, in particolare

  • La raccomandazione di una retribuzione equa
  • La garanzia di accesso a una protezione sociale adeguata per i tirocinanti
  • La nomina di un tutor per un sostegno mirato
  • La parità di accesso alle opportunità di tirocinio per persone in situazione vulnerabili
  • La possibilità di svolgere i lavori ibridi e da remoto
  • La possibilità che i tirocinanti vengano assunti stabilmente dopo il tirocinio.

Per saperne di più: il comunicato della Commissione UE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here