La dichiarazione delle Azzorre e le regioni ultraperiferiche europee

135

La Dichiarazione, adottata dall’Ufficio di presidenza del Comitato europeo delle Regioni (CdR), pone l’attenzione sulle esigenze delle regioni ultraperiferiche europee.

Con l’adozione della Dichiarazione delle Azzorre il 28 maggio scorso, l’Ufficio di presidenza del CdR (un gruppo di membri del CdR che elabora il programma politico del Comitato e ne supervisiona l’attuazione) ha chiesto alla Commissione europea di affrontare l’impatto socio-economico della pandemia attraverso una partnership strategica con le autorità locali e regionali, anche nelle regioni considerate ultraperiferiche (isole, arcipelaghi e territori che sono geograficamente molto distanti dal continente europeo). La Dichiarazione evidenzia la necessità di un focus specifico sulle sopracitate regioni, colpite in modo particolarmente violento dalla pandemia, nella strategia dell’UE per affrontare l’impatto della pandemia di COVID-19 e la ripresa in nome della coesione.

La Dichiarazione delle Azzorre interviene, infatti, in un momento in cui la Commissione europea sta aggiornando la suddetta strategia (risalente al 2017) per le regioni ultraperiferiche, tenendo conto in particolare delle richieste del CdR e delle nuove priorità dell’UE, come la ripresa dalla pandemia di COVID-19 e la transizione verso un’economia più verde e più digitale.

Per saperne di più: il comunicato del CdR

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here