Inquinamento zero: la stragrande maggioranza delle acque di balneazione europee soddisfa i più rigidi standard di qualità

45

Negli ultimi 40 anni, la qualità delle acque di balneazione in Europa è migliorata sensibilmente, grazie anche alla direttiva dell’UE sulle acque di balneazione che ha garantito un controllo e una gestione efficaci, assicurando una drastica riduzione delle acque reflue urbane e industriali non depurate.  

Tutti gli Stati membri dell’UE, insieme ad Albania e Svizzera, monitorano i propri siti di balneazione in conformità a tali disposizioni. Secondo la normativa, la qualità di tali acque viene classificata come “eccellente”, “buona”, “sufficiente” o “scarsa” a seconda dei livelli di batteri fecali riscontrati.

La relazione annuale sulle acque di balneazione, presentata dalla Commissione, mostra che nel 2020 circa l’83 % dei siti di balneazione europei è stato classificato come “eccellente”, dal momento che ha rispettato gli standard di qualità più rigidi dell’Unione europea. Gli standard minimi (“sufficiente“) sono stati rispettati dal 93 % dei casi, mentre solo l’1,3% dei siti erano di qualità “scarsa” (permangono, infatti, criticità relative all’attuazione di misure di gestione integrata delle acque).

Tale valutazione, elaborata in collaborazione con l’Agenzia europea dell’ambiente (AEA), si basa su un monitoraggio effettuato nel corso del 2020 su 22 276 siti.

Il Commissario per l’Ambiente, gli oceani e la pesca, Virginijus Sinkevičius e il direttore esecutivo dell’AEA, Hans Bruyninckx si sono dichiarati estremamente soddisfatti dei risultati ottenuti a seguito dell’applicazione della normativa dell’Ue e dell’impegno della comunità.

Nell’ambito del piano d’azione per l’inquinamento zero e in linea con la strategia sulla biodiversità la Commissione ha avviato un riesame della direttiva sulle acque di balneazione , al fine di valutare se le norme vigenti siano ancora idonee o se sia necessario modificare il quadro esistente, inserendo nuovi parametri.

L’AEA ha pubblicato una mappa interattiva aggiornata che mostra il livello di qualità di ogni sito di balneazione. Sono, inoltre, disponibili relazioni aggiornate per ogni Stato e ulteriori informazioni sull’attuazione della direttiva a livello nazionale.

Per ulteriori informazioni: il comunicato della Commissione, Valutazione 2020 sulla qualità delle acque di balneazione, che comprende le relazioni per paese e la mappa interattiva, Imminente consultazione pubblica relativa alla direttiva sulle acque di balneazione, Norme dell’UE sulla qualità delle acque di balneazione  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here