Gli orientamenti del Consiglio dell’Ue per il bilancio 2020

307

Il Consiglio dell’UE richiede un bilancio realistico, trasparente, prudente e prevedibile per raggiungere gli obiettivi politici del quadro finanziario 2014-2020

Il bilancio UE per il 2020  sarà l’ultimo del periodo di programmazione 2014-2020.  Svolgerà quindi un ruolo fondamentale nel completamento e nella realizzazione degli obiettivi e delle priorità politiche previste nell’attuale quadro finanziario. Al riguardo, il Consiglio chiede innanzitutto di destinare risorse sufficienti ai programmi e alle azioni che maggiormente contribuiscono all’attuazione delle politiche dell’Unione.  

Il Consiglio richiede inoltre che il bilancio 2020 debba essere elaborato in modo prudente per disporre di margini sufficienti al di sotto dei massimali per far fronte a qualunque tipo di emergenza.  Sottolinea anche la necessità di un bilancio prevedibile, in modo tale che sia i contributi degli Stati membri al bilancio UE nonché i trasferimenti dal bilancio agli Stati membri non debbano soffrire di incertezze e non creino sfide inopportune ai bilanci nazionali.

Il Consiglio chiede alla Commissione, oltre ad un rigoroso controllo,  di fornire previsioni precise per quanto riguarda le entrate e le uscite. Per questo chiede di fornire documenti sempre più chiari e trasparenti che mettano in evidenza le motivazioni degli stanziamenti richiesti.

Il Consiglio ricorda infine che, secondo il progetto di accordo sul recesso dall’Unione europea, il Regno Unito, per gli anni 2019 e 2020, dovrà ancora contribuire all’esecuzione dei bilanci dell’Unione.

In conclusione, il Consiglio esprime speranza nelle risorse europee e nella loro capacità di rafforzare l’economia dell’Unione. Un pensiero è rivolto ai cittadini d’Europa, che potranno avvicinarsi meglio al progetto europeo se verrà rispettato il principio cardine dell’utilizzo trasparente e responsabile delle risorse.

Gli orientamenti del Cosiglio saranno ora trasmessi al Parlamento europeo,  alla Commissione e alle altre Istituzioni.

Per saperne di più: il comunicato del Consiglio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here