Accordi di regolamentazione per un mercato unico digitale equo e trasparente

Le piattaforme rappresentano i grande players dei nostri tempi.
Musica in streaming, video on demand, aggregatori di notizie e piattaforme di contenuti caricati dagli utenti sono diventati i principali strumenti di fruizione delle opere creative e degli articoli di stampa.

Le piattaforme hanno modificato in modo dirompente la fruizione e la creazione di opere creative e di divulgazione dell’informazione. Per questa ragione urge potenziare la tutela dei creatori delle opere nell’era digitale, adattando le nuove esigenze a quelle del mercato unico digitale.

L’accordo di direttiva raggiunto da Parlamento europeo, il Consiglio dell’UE e la Commissione, che dovrà essere formalmente confermato da Parlamento europeo e da Consiglio, intende aumentare il potere contrattuale dei creatori di opere innovative e di informazione di fronte alle piattaforme, principali mezzi di divulgazione dei servizi.

La proposta di direttiva prevede anche misure che permettano la circolazione agevolata di informazioni a scopo di ricerca e di istruzione, riducendo i vincoli connessi al diritto d’autore e così favorendo l’accessibilità al sapere nel modo più equo ed universale possibile.

Pure lo scambio di beni e servizi – tradizionalmente scambiati nella vita offline – sta migrando prepotentemente nel mondo online. Sempre più imprese infatti offrono i propri beni e servizi sul mercato online, utilizzando le piattaforme quali intermediari verso gli utenti.

Tuttavia, talvolta, sono le stesse piattaforme ad offrire propri servizi, mettendo in atto pratiche scorrette per affermarsi sul mercato. Per questa ragione, la tutela della trasparenza nell’offerta al mercato e la regolamentazione delle pratiche commerciali è fondamentale per garantire il posizionamento delle piccole e medie imprese nel mercato online al pari delle piattaforme.

Le nuove norme mirano ad evitare l’attuazione di pratiche commerciali scorrette da parte delle piattaforme e ad offrire alle imprese efficaci strumenti di tutela, quali maggiori oneri di trasparenza sulla creazione dei ranking di posizionamento delle imprese, maggiore chiarezza nella predisposizione di condizioni contrattuali e mezzi di accesso alla risoluzione giudiziale ed extragiudiziale delle controversie.

Per approfondire: le pratiche commerciali, il diritto d’autore

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here