Europa e “Il Cammino della Colomba Bianca”

366

Proposto nella sessione plenaria di marzo dal CESE, il White Dove Way (il cammino della colomba bianca) sarà un cammino di pace che si estende per 5000 km attraverso l’Unione Europea

Da più di 70 anni molte generazioni di europei hanno avuto il privilegio di poter vivere senza conoscere le atrocità della guerra sulla loro pelle. Questo è stato l’obiettivo principale dell’Unione Europea fin dalla sua nascita e questo impegno costante le è stato riconosciuto con il Nobel per la Pace nel 2012. Nel suo parere d’iniziativa, il Comitato economico e sociale europeo (CESE) esorta l’Unione europea a creare e finanziare una nuova strategia globale per la costruzione della pace.  Sarà chiamata Il Cammino della Colomba bianca (The White Dove Way) e consiste in un cammino di pace che si estende per 5000 km attraverso l’Europa, dall’Irlanda del Nord a Nicosia, capitale di Cipro. Itinerario segue le orme di Colombano, un pellegrino irlandese del VI secolo che, per citare uno dei padri fondatori dell’UE, Robert Schuman, è “il patrono di tutti coloro che cercano di costruire un’Europa unita”.

Poiché i fini ultimi di tale iniziativa sono la riconciliazione tra i popoli, la promozione del dialogo e la prevenzione di nuovi conflitti, questo cammino andrebbe oltre l’itinerario originale, raggiungendo quelle zone dell’Europa che sono state profondamente toccate da diversi conflitti come l’Alto Adige e i Balcani.

La proposta del CESE comprende in aggiunta la creazione di Centri europei per la pace e la riconciliazione in Irlanda del Nord e a Nicosia e poli di apprendimento che colleghino siti strategici lungo il Cammino della Colomba bianca.

Questo progetto mette in evidenza la necessità di un coinvolgimento strutturato della società civile e di una partecipazione delle scuole di tutta Europa attraverso la creazione di adeguati strumenti educativi.  Il CESE auspica la creazione di una task force WhiteDoveWay dell’UE con partner locali e regionali e altri cammini già presenti sui vari territori. Infine il CESE riflette sul bilancio dell’Unione e sprona quest’ultima a dare priorità alla costruzione della pace nel suo nuovo quadro inanziario 2021 – 2027, in particolare per quanto riguarda gli investimenti nella diplomazia culturale, nel giornalismo di pace e nel dialogo interculturale.

Per saperne di più:

https://www.eesc.europa.eu/it/news-media/press-releases/il-cammino-della-colomba-bianca-white-dove-way-un-cammino-di-pace-attraverso-leuropa

Chiara Miolano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here