Eurobarometro: priorità ai cambiamenti climatici

72

Il sondaggio ha rilevato che i cittadini europei ritengono i cambiamenti climatici il problema principale mondiale.

Eurobarometro speciale 513 sui cambiamenti climatici” ha sondato circa 26.500 cittadini dei 27 Stati membri dell’UE per esplorarne i pareri in ottica realizzazione del Green Deal europeo. Secondo l’indagine, la quasi totalità degli intervistati (93%) considera i cambiamenti climatici un problema grave, mentre il 78% lo ritiene un problema molto grave. Questo dimostra come gli europei siano consapevoli dei rischi a lungo termine rappresentati dalle crisi del clima e della biodiversità e si aspettino una risposta politica per contrastarli.

Infatti, nove cittadini su dieci credono che sia necessario ridurre al minimo le emissioni (con l’obiettivo di raggiungere la neutralità climatica nel 2050) e che l’UE intervenga per aumentare il ricorso alle energie rinnovabili e per migliorare l’efficienza energetica. In particolare, nonostante il 63% degli europei dichiari di star già agendo individualmente a favore del clima, si evidenzia l’esigenza di riforme strutturali che partano dai governi nazionali, dal settore commerciale e industriale e dall’UE e che si concentrino soprattutto su un maggiore sostegno finanziario pubblico alle energie rinnovabili (ben l’81% degli intervistati concorda). Tutto ciò, secondo otto europei su dieci, si tradurrà in innovazioni che renderanno le imprese europee più competitive e, di conseguenza, nella creazione di nuovi posti di lavoro.

Per saperne di più: il comunicato della Commissione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here