Considerazioni sull’incontro tra von der Leyen, Macron e Xi Jinping

77

La presidente della Commissione europea ha rilasciato una dichiarazione sull’esito dell’incontro trilaterale.

Ursula von der Leyen, in seguito al summit con il presidente francese, Emmanuel Macron, e con il suo omologo cinese, Xi Jinping, ha tirato le somme del terzo incontro in poco più di un anno tra Unione Europea e Cina; i principali temi discussi sono stati le controversie geopolitiche, il cambiamento climatico e relazioni economiche.

Per quanto riguarda le questioni geopolitiche, i tre attori si sono confrontati sull’Ucraina e sui conflitti in Medio Oriente, concordando sul fatto che sia Europa che Cina hanno un interesse comune alla pace e alla sicurezza. Per questo motivo, in merito all’Ucraina, Ursula von der Leyen confida che la Cina utilizzi tutta la sua influenza sulla Russia per porre fine alle ostilità, che continui a mitigare le minacce nucleari russe e che non le fornisca attrezzature letali. Relativamente al Medio Oriente, invece, sia l’UE che la Cina ritengono che non si possa risparmiare alcuno sforzo per allentare le tensioni e prevenire un conflitto più ampio nella regione -ad esempio, contenendo la minaccia diretta dell’Iran-, chiedendo il cessate il fuoco, il rilascio di tutti gli ostaggi e una soluzione a due stati.

In merito alle relazioni economiche e commerciali, è evidente come l’Unione Europea stia cercando di attuare un “de-risking” nei confronti della Cina: “come abbiamo dimostrato, difenderemo le nostre aziende; difenderemo le nostre economie. Non esiteremo mai a farlo qualora ciò fosse necessario”, queste sono le parole della presidente della Commissione europea. In modo particolare, Ursula von der Leyen si è concentrata su tre argomenti principali: in primis, sui prodotti sovvenzionati cinesi che stanno inondando i mercati europei in un contesto di concorrenza scorretta e di distorsione dei mercati; in seguito, è stato sottolineato come, affinché il commercio sia equo, l’accesso ai rispettivi mercati debba essere reciproco; infine, sulla resilienza della catene di approvvigionamento dell’Unione Europea, che deve diversificare le fonti di materie prime critiche per arginare le dipendenze eccessive.

Concludendo, è chiaro come la relazione UE-Cina sia molto complessa, ma necessaria per entrambe le parti. L’Unione Europea, come sottolineato più volte dalle parole di Ursula von der Leyen, non esiterà a prendere le decisioni necessarie per proteggere la sua economia e la sua sicurezza.

Per maggiori informazioni: la conferenza stampa di Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here