Campagna “Obiettivo globale: uniti per il nostro futuro”

18

La Commissione europea, insieme a Global Citizen, ha dato inizio alla prossima fase della Risposta globale al coronavirus, che mira a fornire l’accesso ai sistemi sanitari indistintamente in tutto il mondo.

Per superare questo delicato momento, le parole fondamentali sono: cooperazione e solidarietà. Per questo motivo, l’Unione Europea si è messa subito al lavoro, dall’inizio della diffusione della pandemia, con l’obiettivo di rendere disponibili vaccini, terapie e test contro il Covid-19, a prezzi abbordabili, a tutta la popolazione globale.

Infatti, in data 4 maggio 2020, la Commissione aveva varato un piano di raccolta fondi (pubblici e privati) per sostenere “Access to Covid-19 Tools Accelerator”, o più semplicemente ACT-Accelerator, il programma dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) per reperire le risorse necessarie per la riduzione del tempo e dei costi dei vaccini e dei test. A oltre un mese di distanza dal lancio di questo piano, gli esiti riscontrati sono più che positivi e sottolineano la volontà della comunità internazionale di collaborazione.

Quindi, a seguito di questi incoraggianti risultati, la Commissione europea ha deciso di passare alla “fase due” del programma di raccolta di fondi per sostenere ACT-Accelerator, che si identifica nella campagna “Obiettivo globale: uniti per il nostro futuro”, sviluppata in collaborazione con Global Citizen. Lo scopo è intensificare l’attrazione di capitali che aiutino lo sviluppo dei vaccini e li rendano accessibili a tutti e il culmine di questa operazione sarà raggiunto il 27 giugno 2020, data del vertice globale dei donatori.

Per saperne di più: il comunicato della Commissione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here