Accordo politico sull’Anno europeo delle competenze

145

Il Parlamento europeo e gli Stati membri hanno raggiunto l’intesa sulla proposta della Commissione europea.

Lo scorso ottobre, durante il suo discorso sullo stato dell’Unione 2022, la Presidente della Commissione Ursula von der Leyen presentò una proposta sull’Anno europeo delle competenze. Oggi, a distanza di cinque mesi, i due colegislatori (Parlamento europeo e Consiglio dell’Unione Europea) hanno trovato un accordo politico sulla proposta.

L’Anno europeo delle competenze sarà celebrato in un Festival, in programma per il 9 maggio (giornata dell’Europa), che metterà in collegamento attività attinenti alle competenze che si svolgeranno contemporaneamente in tutta Europa, e si protrarrà fino a maggio 2024. Gli obiettivi che verranno perseguiti da questa iniziativa saranno principalmente quattro: in primis, punterà a promuovere investimenti nella formazione e nel miglioramento del livello delle competenze; inoltre, cercherà di garantire che le competenze corrispondano alle esigenze dei datori di lavoro; in più, favorirà l’abbinamento delle aspirazioni e delle competenze delle persone alle opportunità offerte dal mercato del lavoro, in particolare per la transizione verde e digitale e la ripresa economica; infine, incoraggerà lo sviluppo dei settori lavorativi cruciali per attrarre persone provenienti da paesi extra-UE in possesso delle competenze di cui c’è bisogno.

Per raggiungere i sopracitati obiettivi, la Commissione promuoverà numerose azioni e iniziative. Ad esempio, adotterà un pacchetto sull’istruzione e le competenze digitali per migliorare le competenze, l’istruzione e la formazione digitali, proponendo un aggiornamento del quadro europeo di qualità per i tirocini e del riconoscimento delle qualifiche dei cittadini di paesi terzi. Inoltre, proporrà l’istituzione di accademie dell’industria a zero emissioni e delle competenze informatiche per attuare programmi di miglioramento delle competenze e di riqualificazione in settori industriali strategici per la transizione verde e per colmare il crescente divario di talenti informatici.

Per maggiori informazioni: il comunicato della Commissione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here