6,4 miliardi di € per la Siria dalla Conferenza di Bruxelles

37

Lo scorso 10 maggio si è tenuta la Sesta Conferenza di Bruxelles, sul conflitto nella regione siriana, che dura da più di dieci anni. 

L’evento “Sostenere il futuro della Siria e della Regione”, svoltosi all’interno della suddetta riunione, è stato organizzato dall’Unione Europea. La comunità internazionale ha promesso, in quest’occasione, 6,4 miliardi di € per aiutare la popolazione siriana per il 2022. Di questa cifra complessiva, oltre 4,8 miliardi di € verranno corrisposti dall’Unione Europea, in particolare 3,1 miliardi di € dalla Commissione e 1,7 miliardi dagli Stati membri. L’Unione Europea e i suoi Paesi membri rappresentano i principali donatori, nel garantire aiuto alla Siria e alla sua popolazione, dallo scoppio della crisi umanitaria nel 2011. Da allora, sono stati mobilitati complessivamente 27,4 miliardi di €. 

La Conferenza di Bruxelles di quest’anno ha riunito più di 75 delegazioni, anche dagli Stati confinanti con lo Stato siriano. Questa ricorrenza è stata istituita, a livello europeo, dal 2017 ed è sempre stata un’occasione importante, per sensibilizzare la comunità internazionale sul tema.

Lo scorso 9 maggio, il Giorno del Dialogo ha inoltre fornito una piattaforma unica per il confronto tra i diversi attori della società civile, presenti in Siria.

L’Alto Rappresentante per la politica estera e di sicurezza comune, Joseph Borrell, ha affermato: “Restiamo convinti che un’azione politica globale, mediata dalle Nazioni Unite, sia l’imperativo finale per la soluzione della questione siriana. Sebbene la conferenza di quest’anno si svolga sullo sfondo della guerra in Ucraina, non dimenticheremo il popolo siriano”.

Per ulteriori informazioni: il comunicato della Commissione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here