Ristrutturazioni contro la povertà energetica

76

La Commissione europea lancia il programma “Ondata di ristrutturazioni” nel quadro delle transizioni verde, digitale ed ecologica.

L’obiettivo primario del piano è migliorare le prestazioni energetiche degli edifici, che ricoprono un ruolo importantissimo nella vita quotidiana di ciascun cittadino, importanza evidenziata dalla pandemia, soprattutto durante il periodo di lockdown. Infatti, l’UE punta a raddoppiare i tassi di ristrutturazione nei prossimi dieci anni per ridurre il consumo di energia e risorse negli edifici, migliorando, in questo modo, la vita di chi ci abita o di chi li usa.

Secondo il programma della Commissione, entro il 2030 potrebbero essere ristrutturati 35 milioni di edifici e creati fino a 160.000 nuovi posti di lavoro verdi nel settore edile.

Inoltre, questa strategia garantirà di fare passi in avanti per quanto riguarda la transizione ecologica, grazie alla progressiva diminuzione della povertà energetica (ricordiamo l’obiettivo dichiarato di rendere l’Europa climaticamente neutra entro il 2050).

Infine, questo progetto potrà essere l’occasione per dare inizio a un processo lungimirante attraverso cui conciliare sostenibilità e stile: infatti, la Commissione intende lanciare il nuovo Bauhaus europeo per coltivare una nuova estetica europea che coniughi prestazioni e inventiva.

Per saperne di più: il comunicato della Commissione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here