Partenariato orientale: Georgia e Bielorussia

113

La Georgia tra gli impegni dell’accordo di associazione con l’UE e le riforme sociali

Il 9 febbraio 2021 è stata pubblicata la relazione annuale dell’Unione europea sull’attuazione dell’accordo di associazione tra l’UE e la Georgia. Essa delinea le riforme attuate nel corso dell’ultimo anno previste dall’accordo di associazione UE-Georgia, e dimostra che la Georgia continua a rispettare gli obblighi e gli impegni dell’accordo di associazione.

La situazione prevalente dopo le elezioni parlamentari del 2020 dimostra la necessità di un ulteriore consolidamento democratico, attraverso un dialogo inclusivo e in tempo utile per le elezioni locali dell’ottobre 2021.

A breve termine, è necessario un accordo politico inclusivo tra i partiti di maggioranza e di opposizione per consentire al lavoro in Parlamento di portare avanti l’importante agenda delle riforme. Più in generale, bisogna affrontare la riforma elettorale e le sfide legate al settore dei media e alla riforma del sistema giudiziario al fine di garantirne responsabilità ed indipendenza. 

Con l’UE come principale partner commerciale, la Georgia ha ulteriormente allineato la sua legislazione agli standard e alle norme dell’UE per facilitare i flussi commerciali. Guardando al futuro, sarà fondamentale garantire una ripresa dalla crisi del COVID-19 inclusiva, verde e sostenibile e fare ulteriori progressi in materia di digitalizzazione e alfabetizzazione digitale.

Per approfondire: la Commissione europea

La dichiarazione congiunta sul sostegno dell’UE alla Bielorussia

In occasione della giornata di solidarietà con la Bielorussia del 7 febbraio, l’Alto Rappresentante/Vicepresidente Josep Borrell e il Commissario per la politica di vicinato e l’allargamento Olivér Várhelyi hanno rilasciato una dichiarazione congiunta.

Dopo aver descritto il clima di tensione creatosi in seguito alle elezioni fraudolente del 9 agosto 2020, essi hanno dichiarato che l’UE continua ad essere al fianco del popolo bielorusso e hanno invitato le autorità a dare ascolto ai persistenti appelli per un futuro democratico e per il rispetto delle libertà fondamentali e dei diritti umani.

Essi hanno inoltre richiamato il piano globale di sostegno economico annunciato dall’UE per sostenere una Bielorussia democratica e la richiesta della stessa UE di avviare rapidamente un dialogo nazionale autentico e inclusivo, seguito da nuove elezioni credibili e trasparenti per porre fine alla crisi politica, rispettando la volontà del popolo bielorusso.

Per approfondire: la Commissione europea

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here