Parlamento europeo: il resoconto della plenaria di dicembre

475

Molti i temi toccati nella sessione plenaria del Parlamento europeo appena conclusasi

Nel corso della sessione plenaria che si è recentemente svolta a Strasburgo, il Parlamento europeo si è occupato di numerosi argomenti, dalla consegna del Premio Sakharov 2018 al minuto di silenzio per ricordare le vittime dell’attentato terroristico di Strasburgo, dall’adozione del bilancio dell’UE per il 2019 al nuovo accordo di libero scambio con il Giappone.

All’interno del dibattito sul futuro dell’Europa, Nicos Anastasiades, Presidente della Repubblica di Cipro, ha sottolineato quanto sia fondamentale mantenere la «pace e la sicurezza dell’Unione».

È stato, inoltre, conferito il Premio Sakharov 2018 per la libertà di pensiero a Oleg Sentsov, regista ucraino, che, essendo prigioniero politico in un carcere della Siberia, non ha potuto prendere parte alla cerimonia. Tuttavia, un suo messaggio è stato portato al Parlamento europeo da Natalya Kaplan, cugina di Sentsov, e dall’avvocato Dmitriy Dinze.

Nella stessa giornata, gli europarlamentari hanno osservato un minuto di silenzio in segno di rispetto verso coloro i quali hanno perso la vita nel corso dell’attentato terroristico di Strasburgo, avvenuto l’11 dicembre. Il Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, ha invitato a continuare «a lavorare e reagi[re] con la forza della democrazia e della libertà alla violenza del terrore».

Rimanendo nell’ambito del terrorismo, l’Assemblea di Strasburgo ha adottato le raccomandazioni a favore di una nuova strategia europea per affrontare la radicalizzazione, migliorare l’interoperabilità dei dati e aiutare le vittime di attentati. Nello specifico, gli europarlamentari hanno invitato a rafforzare il ruolo di Europol e di EU-LISA, l’Agenzia europea per la gestione operativa dei sistemi IT su larga scala nello spazio di libertà, sicurezza e giustizia.

Nel corso della sessione plenaria è stato altresì adottato il bilancio dell’Unione Europea per il 2019, che prevede, tra le altre cose, fondi maggiori per affrontare le sfide poste dall’immigrazione, dalla disoccupazione giovanile e dai cambiamenti climatici. Gli stanziamenti di impegno ammontano a €165,8 miliardi, mentre quelli di pagamento a €148,2 miliardi. Va evidenziato, inoltre, come il Parlamento europeo abbia invitato ad aumentare cospicuamente i finanziamenti per la ricerca, l’ambiente e le misure relative al clima all’interno del prossimo bilancio a lungo termine dell’UE.

Per ciò che concerne le migrazioni, il Parlamento europeo ha invitato la Commissione europea a elaborare una legislazione tale da consentire a chi è in cerca di protezione a livello internazionale di presentare domanda di visto in un consolato o un’ambasciata europea.

La plenaria ha, inoltre, approvato un nuovo accordo di libero scambio tra l’Unione Europea e il Giappone, che semplificherà le esportazioni delle aziende europee verso il paese asiatico.

Il Parlamento europeo si è, infine, occupato di aggiornare le norme sulla protezione dei lavoratori dall’esposizione a sostanze cancerogene e mutagene, incluse le emissioni diesel.

 

Per approfondire: il comunicato del Parlamento europeo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here