Nuovi aiuti umanitari UE in Africa e Sud Est asiatico

107

Nuovi aiuti umanitari sono stati stanziati dall’Unione europea per interventi in diverse aree del mondo.

Lo stanziamento principale riguarda l’Etiopia: il nuovo stanziamento a favore del Paese del Corno d’Africa, dove una gravissima siccità è andata a sommarsi agli esiti di due anni di guerra civile, ammonta a 22 milioni di euro, con i quali si finanzieranno iniziative di assistenza verso la popolazione civile; la stessa siccità ha gravemente colpito il vicino Kenya, in soccorso del quale sono stati stanziati 3 milioni di Euro.

Restando in Africa, l’Unione europea ha attivato un ponte aereo verso il Sudan, mediante il quale saranno inviate nel Paese 30 tonnellate di beni di prima necessità per far fronte all’emergenza creata dal recente scoppio della guerra civile. Il ponte aereo va a sommarsi al recente stanziamento di 200mila euro per le operazioni di primo soccorso ed evacuazione portate avanti dalla Mezzaluna Rossa sudanese nel contesto dell’emergenza, a cui vanno sommati i 73 milioni di euro già stanziati a beneficio del Paese nel 2023 per iniziative di assistenza umanitaria. 

Il continente africano non è l’unico beneficiario dei nuovi interventi assistenziali: l’UE ha infatti disposto un intervento da 8 milioni di euro a beneficio di Filippine, Nepal e altri Paesi del Sud Est asiatico, con i quali portare sollievo alle popolazioni affette dai recenti disastri naturali e migliorare le capacità di prevenzione delle conseguenze di questi ultimi. 

Per approfondire: gli aiuti in Etiopia e Kenya, gli aiuti nelle Filippine, in Nepal e nel Sud-Est asiatico, il ponte aereo per il Sudan

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here