L’UE adotta la prima legge sulla violenza contro le donne, ma non include lo stupro

103

Il 6 febbraio Consiglio e Parlamento europeo hanno approvato la prima legge dell’Unione europea per la lotta alla violenza contro le donne, senza, tuttavia, riuscire a raggiungere un accordo su una definizione comune di stupro

Il progetto di legge iniziale, presentato dalla Commissione europea nel marzo 2022, definiva lo stupro come un rapporto sessuale senza consenso, senza che le vittime dovessero fornire prove di forza, minacce o coercizione, sulla base del principio per cui “solo sì significa sì”. 

Nonostante le aggiunte dell’ultimo minuto, come la clausola di revisione per il riescame della portata della legge a 5 anni dalla sua attuazione e l’obbligo agli Stati membri di fare sensibilizzazione per la promozione di una cultura basata sul consenso, questa legge resta ben lontana dall’ambizione della Commissione di criminalizzare il sesso non consensuale in tutta l’Unione.

Il disegno di legge finale criminalizza altre forme di violenza contro le donne, come il matrimonio forzato e la mutilazione genitale femminile e colma le lacune giuridiche esistenti in alcuni Stati membri dell’UE in relazione alla cyber-violenza, comprese le molestie online, lo stalking e la condivisione non consensuale di immagini intime, nota anche come “revenge porn”, che diventeranno reati a livello europeo. Queste regole si applicheranno anche alla condivisione di immagini pornografiche generate dall’intelligenza artificiale. 

La posizione sulla definizione di stupro, tuttavia, resta molto problematica nella misura in cui molti Stati membri dell’UE sono firmatari della Convenzione di Istanbul, che definisce lo stupro proprio come assenza di consenso. 

Francia e Germania sono state messe particolarmente sotto accusa per aver bloccato la criminalizzazione dello stupro a livello europeo, considerato che il sostegno di uno solo dei due Paesi sarebbe stato sufficiente a far passare la definizione basata sul consenso.

Per approfondire: euronews

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here