L’Europa coinvolge i membri della società civile dei Paesi candidati nei lavori di allargamento

45

Si sono aperte le candidature per diventare ECM, ovvero Membri candidati all’allargamento e lavorare con il Comitato Economico e Sociale Europeo (CESE) per contribuire ai lavori consultivi nel 2024. Questa nuova iniziativa infatti prevede un coinvolgimento della società civile nella valutazione dei lavori di allargamento dell’UE da parte del CESE.

A fine 2023 i leader dell’UE hanno preso la storica decisione di avviare i negoziati di adesione con l’Ucraina e la Moldova e di concedere lo status di candidato alla Georgia. A seguito di ciò il CESE ha stabilito il coinvolgimento dei rappresentanti della società civile dei paesi candidati all’UE nel suo lavoro consultivo. Essi contribuiranno alla stesura delle opinioni del CESE e parteciperanno alle sessioni plenarie. Il presidente del CESE, Oliver Röpke, ha dichiarato che l’Unione Europea deve vivere un nuovo risveglio geopolitico e che i membri della società civile svolgono un ruolo essenziale nel sostenere lo sviluppo economico e sociale e favorire la democrazia.

Le organizzazioni della società civile dei paesi candidati possono presentare le loro candidature entro il 25 gennaio, il processo di selezione terrà conto delle loro competenze, della loro esperienza nella partecipazione a reti nazionali o internazionale, oltre a un’attenzione particolare al rispetto dell’equilibrio di genere e alla rappresentatività delle organizzazioni giovanili.

Per saperne di più: il comunicato del CESE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here