La Commissione vara il Consiglio europeo per l’innovazione e invita a presentare proposte innovative e rivoluzionarie

44

Il 9 aprile 2021, dopo la costituzione del Consiglio europeo per l’innovazione (CEI), dotato di un bilancio di oltre 10 miliardi di Euro per il periodo 2021-2027, la Commissione europea ha pubblicato i primi inviti a presentare progetti di finanziamento per le piccole e medie imprese e per le start up innovative.

Il Consiglio europeo per l’innovazione è un mezzo fondamentale per il sostegno agli innovatori, in quanto supporta sul nascere le ricerche scientifiche e mira a trasformare i risultati da esse ottenuti in opportunità imprenditoriali e innovative. Basato sulla precedente esperienza nell’ambito di Orizzonte 2020, il nuovo Consiglio è dotato di varie caratteristiche che lo rendono unico nel modo di operare e sostenere progetti pionieristici. Per il 2021, il Consiglio disporrà di un bilancio totale di 1,5 miliardi di Euro.

Di particolare interesse è l’Acceleratore del CEI, con una dotazione di circa 1 miliardo di Euro per il 2021, che sostiene le fasi successive dello sviluppo tecnologico ed integra altri due programmi (lo strumento “Pathfinder del CEI” e quello per la “transizione del CEI”).

In particolare, l’Acceleratore del CEI si focalizza su scoperte scientifiche o tecnologiche che abitualmente necessitano di cospicui finanziamenti a lungo termine prima di generare utili, permettendo così alle imprese innovatrici di ottenere investimenti in tempi più brevi.

L’Acceleratore offre sovvenzioni per start-up e PMI fino a 2,5 milioni di €, abbinate a investimenti azionari attraverso il fondo del CEI, per importi tra 500 000 € e 15 milioni di €. Inoltre, tutti i progetti beneficiano di servizi di accelerazione d’impresa che permettono a imprese ed investitori di accedere a competenze di primo piano.

Il programma Pathfinder del CEI, con un bilancio di 300 milioni di € per il 2021, offre ai ricercatori  sovvenzioni per la ricerca e l’innovazione che li aiutino a realizzare le loro idee rivoluzionarie volte ad affrontare problemi di natura globale e a migliorare le nostre vite, in particolare nei settori dell’intelligenza artificiale o della ricerca ambientale.

La maggior parte dei finanziamenti è aperta a innovazioni in qualsiasi settore, ma 495 milioni di € andranno a sostegno del Green Deal europeo e delle tecnologie digitali e sanitarie. Inoltre, il Consiglio ha aperto a candidature due premi: per le donne innovatrici e per la Capitale europea dell’innovazione.

Per approfondire: il comunicato della Commissione, Inviti a presentare proposte nell’ambito dell’Acceleratore del CEI, Programma di lavoro del CEI per il 2021, Sito web del Consiglio europeo per l’innovazione, Presentazioni realizzate in occasione della giornata dei candidati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here