L’Irlanda alla guida dell’EU

993

Proprio a 40 anni dalla sua adesione, l’Irlanda è chiamata a guidare, per la settima volta, la presidenza di turno dell’UE fino al 1° luglio 2013, giorno in cui passerà il testimone alla Lituania.

Per i prossimi sei mesi le priorità dell’Irlanda saranno principalmente la stabilità economica, la crescita e l’occupazione.

La presidenza irlandese, per ripristinare la fiducia nell’economia europea, riporterà al centro dell’attenzione del nuovo sistema europeo per il coordinamento economico e di bilancio alcune questioni fondamentali, fra cui le riforme del mercato del lavoro, le pensioni, i salari e la loro indicizzazione, ma anche l’istruzione e la povertà.

L’Irlanda concentrerà inoltre i suoi sforzi per aiutare gli Stati a raggiungere un accordo sul bilancio dell’UE per il periodo 2014-2020, con particolare attenzione alla riforma della politica agricola comune e della pesca, agli investimenti in favore della ricerca e dell’ innovazione, ai finanziamenti per le regioni più disagiate dell’UE e ai miglioramenti infrastrutturali.

Altre priorità della presidenza irlandese saranno le questioni ambientali, la mobilità, il processo di allargamento dell’UE, la giustizia e il sostegno allo sviluppo.

Clicca qui per saperne di più consultando il sito internet della presidenza irlandese

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here