In marcia verso l’economia circolare

1068

Il 25 e 26 gennaio si è tenuto un incontro a Rotterdam per discutere su opportunità e ostacoli incontrati nelle pregresse esperienze di economia circolare. La scelta del luogo non è stata casuale in quanto l’Olanda è leader europeo in soluzioni intelligenti nel riciclaggio e rispetto per l’ambiente, temi prioritari nell’attuale semestre di Presidenza Olandese.

All’incontro, voluto dal Ministero delle Infrastrutture e dell’Ambiente congiuntamente alla Commissione europea, erano presenti rappresentanti di aziende, organizzazioni della società civile, enti pubblici europei protagonisti della transizione verso un economia basata su migliori pratiche. Il risultato della conferenza sarà decisivo nell’orientamento delle politiche pubbliche e verrà presentato prossimamente in due importanti appuntamenti del Competitiveness Council il 29 febbraio e l’Environment Council del 4 marzo.

Si tratta dunque di mettere in pratica l’ambizioso pacchetto di misure varate a Bruxelles nella seduta del 2 dicembre ed accelerare il processo verso un’economia volta a una crescita sostenibile e competitiva che non conosca il concetto di rifiuto in quanto tale, ma che adotti nel suo ciclo tutte le misure perché diventi una preziosa risorsa da reinserire nella natura o da riutilizzare ingegnosamente. Ma non solo, in quanto questo modello non riguarda solo le fasi di vita del prodotto, ma mira ad un ampio piano incluso nel programma di finanziamenti Horizon 2020, che porti alla riduzione dei costi per le imprese europee (stimati a 600 miliardi di euro, pari all’8% del fatturato annuo) e alla creazione di nuovi posti di lavoro.

Clicca qui e qui per saperne di più.

Per domande e risposte sull’economia circolare clicca qui.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here