Dichiarazione della Commissione in occasione della Giornata internazionale dei Rom

41

I Rom sono la minoranza etnica più numerosa e discriminata d’Europa, con 10-12 milioni di rom che vivono nell’UE e nella regione dell’allargamento. Il quadro strategico dell’UE per i Rom 2020-2030, adottato dalla Commissione nell’ottobre 2020, ha contribuito all’attuazione del piano d’azione dell’UE contro il razzismo 2020-2025, promuovendo l’uguaglianza e la partecipazione. Tuttavia, la maggior parte dei settori strategici riguardanti l’uguaglianza, l’inclusione e la partecipazione dei Rom sono principalmente di competenza nazionale. L’UE svolge un ruolo importante nel fornire orientamenti politici, coordinare le azioni degli Stati membri, monitorare l’attuazione e i progressi compiuti, fornire sostegno attraverso i fondi dell’UE e promuovere lo scambio di pratiche promettenti. La Commissione monitora inoltre la corretta attuazione del quadro giuridico dell’UE in materia di uguaglianza e non discriminazione, in particolare la direttiva sull’uguaglianza razziale. 

In occasione della Giornata internazionale dei Rom dell’8 aprile, la Vicepresidente per i Valori e la trasparenza, Vĕra Jourová, la Commissaria per l’Uguaglianza, Helena Dalli, e il Commissario per il Vicinato e i negoziati di allargamento, Olivér Várhelyi, hanno rilasciato la seguente dichiarazione:

“La Giornata internazionale dei Rom è dedicata alla più grande minoranza etnica d’Europa. Si tratta di una celebrazione della diversità, della cultura e dell’arte Rom, della loro lingua e del loro contributo alla storia e alla società europee. 53 anni fa, l’8 aprile 1971, i rappresentanti dei Rom di diversa provenienza e paese si riunirono in occasione del primo congresso dei Rom e concordarono insieme la bandiera Rom, l’inno Rom e il nome comune “Rom”. Oggi i Rom affrontano ancora alti livelli di antiziganismo e discriminazione nella loro vita quotidiana. L’80% dei Rom in 10 paesi dell’UE è a rischio di povertà, il 52% soffre di disagio abitativo, il 22% vive in case prive di acqua corrente.  […] Esortiamo gli Stati membri e i nostri partner dell’allargamento, in particolare quelli con una significativa popolazione rom, a intensificare gli sforzi per far fronte alla portata delle sfide e conseguire progressi visibili. Lavorando insieme e facendo un uso efficace del sostegno e dei finanziamenti disponibili, possiamo costruire un’Europa giusta ed equa a beneficio di tutti.”

Per approfondire: International Roma Day

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here