Dall’UE, nuovi aiuti e ponti aerei per i Paesi del Sahel

41

A fronte di una situazione umanitaria già cronicamente critica ed ulteriormente aggravatasi per via dell’epidemia di coronavirus, l’Unione Europea ha adottato nuove misure di sostegno rivolte ai Paesi dell’area del Sahel e del lago Ciad.

Un pacchetto di aiuti dal valore di 52,5 milioni di Euro è stato stanziato nell’ambito del Fondo fiduciario di emergenza dell’UE per l’Africa: i nuovi fondi finanzieranno programmi volti a favorire lo sviluppo economico e la gestione sostenibile delle risorse naturali in Niger e rafforzare la resilienza delle comunità locali in Ciad; oltre a ciò, consentiranno il rafforzamento della sicurezza nell’area attraverso lo schieramento di forze di pubblica sicurezza in Burkina Faso e nel Mali.

In Sudan è inoltre giunto il secondo dei due ponti aerei umanitari organizzati dall’Unione per consentire l’afflusso di operatori umanitari e beni di prima necessità nelle aree maggiormente colpite dal coronavirus.

Un analogo ponte aereo ha raggiunto il Burkina Faso, ove, per l’aggravarsi della situazione umanitaria, è stato annunciato lo stanziamento di un nuovo pacchetto di aiuti del valore di 10 milioni di Euro; altri 11,5 milioni saranno stanziati nei prossimi giorni a beneficio dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per contribuire alle iniziative di contrasto al coronavirus.

Per approfondire: gli aiuti per i Paesi del Sahel, il ponte aereo verso il Sudan, il ponte aereo verso il Burkina Faso 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here