COVID-19: linee guida per le misure alle frontiere interne dell’Unione

37

Il 16 marzo scorso, a causa dell’emergenza COVID-19, la Commissione europea ha divulgato istruzioni per una migliore gestione dei confini dei paesi appartenenti all’UE, in modo da proteggere la salute dei cittadini, garantire il giusto trattamento delle persone che devono viaggiare e garantire la disponibilità di beni e servizi essenziali. Ursula von der Leyen, presidente della Commissione, ha sottolineato come sia necessaria un’azione congiunta per mantenere pressoché intatto il mercato unico e la libera circolazione delle merci, simbolo di solidarietà europea.


Nello specifico, gli orientamenti, basati sulla necessità di un approccio coordinato ed integrato si riferiscono in particolare al settore dei trasporti, essenziale per garantirà una certa continuità economica e la circolazione delle merci, nonché alla flessibilità nelle misure di controllo per non compromettere la disponibilità dei beni, in particolare degli alimentari, dei medicinali e del materiale medico.


Al riguardo, anche il Presidente della commissione libertà civili, giustizia e affari interni del Parlamento europeo Juan Fernando López Aguilar (S&D, ES), chiede ed esorta tutti gli stati membri dell’UE ad applicare i loro provvedimenti rispettando i principi di solidarietà e di non discriminazione, rispettando le norme di Schengen applicabili.


Per saperne di più: il comunicato della Commissione e il comunicato del Parlamento europeo

Articolo precedenteRassegna stampa dal 14 marzo al 20 marzo 2020
Articolo successivoLa transizione socio economica delle regioni carbonifere europee
Avatar
Studente presso la facoltà di Scienze Internazionali, dello sviluppo e della cooperazione, con sede a Torino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here