Bilancio 2006, non c’è ancora accordo

1437

La procedura di concertazione tra i due rami dell’Autorità   di Bilancio – Consiglio e Parlamento – è ancora in corso. Le divergenze, ancora molto ampie riguardano il volume dei crediti di pagamento e l’uso dello strumento della flessibilizzazione per la rubrica «Ruolo dell’Ue nel mondo».
Il Parlamento vorrebbe che i crediti di pagamento ammontassero a 116,22 miliardi di euro (1,05% del PIL dell’Ue), mentre secondo il Consiglio non bisogna andare oltre i 111,42 miliardi (1,01 del PIL);
Il Consiglio poi, pur confermando gli stanziamenti previsti per l’Iraq (200 milioni di euro), per le zone colpite dallo Tsunami (180 milioni) e per i Paesi produttoridi zucchero (40 milioni) sembra contrario all’utilizzo dello strumento della flessibilità   che consentirebbe di superare di 200 milioni di euro il tetto previsto per questa rubrica.
Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here