Voli CIA: reticenze dei governi europei

952

La Commissione europea lamenta la scarsa collaborazione dei governi dell’UE in merito alle attività   della CIA in Europa nell’ambito della lotta al terrorismo internazionale: finora solo Finlandia, Lussemburgo, Polonia e Spagna hanno fornito le spiegazioni richieste.
In seguito al Rapporto approvato dal Parlamento europeo nel febbraio 2007 e alla conseguente richiesta alla Commissione di ottenere dai governi dell’UE tutti gli elementi per fare chiarezza sulle attività   svolte dalla CIA in territorio europeo, la Commissione aveva inviato il 15 dicembre scorso un questionario ai governi di tutti i Paesi dell’UE che doveva essere compilato e riconsegnato all’esecutivo europeo entro il 15 marzo. L’obiettivo era di ottenere le informazioni sull’applicazione delle misure antiterrorismo negli Stati membri e la loro attinenza con la salvaguardia dei diritti umani, così da valutare eventuali problemi e necessità   di intervento attraverso un’azione europea.
I governi dell’UE sono perಠtradizionalmente riluttanti a fornire informazioni relative alla loro sicurezza nazionale e la Commissione non ha il potere legale per obbligarli a farlo, puಠsolo esercitare una pressione politica. Situazione che dovrebbe cambiare con l’entrata in vigore del nuovo Trattato, secondo cui parte delle questioni in materia di giustizia e affari interni non saranno più sotto il potere esclusivo dei governi nazionali.
Va ricordato che l’indagine dell’Europarlamento aveva constatato come, tra la fine del 2001 e la fine del 2005, i voli effettuati dalla CIA nello spazio aereo europeo o che hanno fatto scalo in aeroporti europei sono stati almeno 1245, a cui va aggiunto un imprecisato numero di voli militari utilizzati per lo stesso scopo. I casi provati di «consegne straordinarie» (extraordinary renditions) avvenute in Europa sono stati 19 e i Paesi coinvolti 14, mentre molte persone oggetto di queste pratiche extragiudiziali sono state trasferite in Paesi terzi e sottoposte a tortura durante gli interrogatori, secondo varie denunce e accertamenti.

Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here