TTIP, rifugiati e politica europea di vicinato: i grandi temi affrontati dalla Commissione

Il 16 settembre la Commissione ha presentato una proposta di riforma del meccanismo di risoluzione delle controversie tra investitori e Stati al fine di superare l’impasse legato alla forte opposizione riscontrata in materia durante i negoziati del TTIP. Accanto a ciò è stata anche affrontata la questione della crisi dei rifugiati e la revisione della politica europea di vicinato.

In riferimento alla prima questione la Commissione ha presentato la proposta di un nuovo sistema di soluzione dei conflitti tra investitori e Stati informato al principio della trasparenza e democraticità che prenderà il nome di Investment Court System. Questo dovrebbe sostituire la proposta istituzionale precedente chiamata Investor-to-State Dispute Settlement (ISDS) anche in materia del discusso Transatlantic Trade and Investment Partnership (TTIP).

La proposta di istituire un sistema di Corti preposte a decidere sulle controversie in materia di investimenti esteri – informata maggiormente ai predetti principi d trasparenza responsabilità – vuole preservare il primato del potere politico, ossia il diritto di regolamentare l’attività economica.

Per quanto riguarda la urgente questione legata alla accoglienza dei richiedenti asilo politico, essa è stata affrontata in seguito alla riunione straordinaria del Consiglio dei ministri dell’interno e delle finanze europei che ha fatto progressi in direzione della ambiziosa proposta presentata dalla Commissione.

La Commissione, in ultimo, ha discusso della revisione della politica di vicinato dell’Unione Europea, nell’ottica di individuare metodi di lavoro tali da coinvolgere anche Paesi confinanti con i nostri partner vicini. La Commissione presenterà una proposta al riguardo in novembre.

 

Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here