Salute: il certificato digitale Covid dell’UE adottato quale standard globale dall’OMS

169

Passi avanti nella cooperazione tra l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e l’Unione europea. Dopo l’accordo stipulato lo scorso dicembre, finalizzato a consolidare la cooperazione tra le due istituzioni in materia di sanità globale, l’OMS ha annunciato che, a partire dal corrente mese di giugno, adotterà principi e tecnologie del sistema di certificazione digitale (EU DCC) creato dall’UE in occasione della pandemia da Covid-19 per dare vita ad un sistema globale di certificazione volto a semplificare la circolazione delle persone e a migliorarne la protezione dalle minacce sanitarie, facendo convergere su tale modello i certificati digitali attualmente in uso. 

L’UE, tramite la Commissione, implementerà ulteriormente la cooperazione con l’OMS nell’ambito del partenariato, continuando a sviluppare il sistema sotto il profilo tecnico in modo da estenderne il possibile utilizzo (ad esempio in caso di digitalizzazione di certificati internazionali di vaccinazione e profilassi). 

L’OMS non avrà accesso ai dati personali, i quali rimarranno di competenza dei governi che adotteranno il sistema.

Per approfondire: il comunicato della Commissione europea

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here