Rapporto coesione sociale: allarme povertà

806

Cresce il numero degli italiani a rischio povertà o esclusione sociale: l’ indicatore sintetico ‘Europa 2020’ è passato dal 26,3% del 2010 al 29,9% del 2011, facendo registrare la variazione negativa più  elevata registrata nei Paesi Ue: 3,3 punti percentuali. Il dato si traduce in  2 milioni 782 mila di famiglie in condizione di povertà relativa, corrispondenti a 8 milioni 173 mila individui poveri, il 13,6% dell’intera popolazione.

Questo il dato più preoccupante che emerge dal terzo Rapporto sulla coesione sociale presentato il 18 dicembre e curato dall’Inps, dall’Istat e dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Il Rapporto, articolato in due volumi, offre nella prima parte una guida ai principali indicatori utili a illustrare la situazione nel nostro Paese e la sua collocazione in ambito europeo (curata dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali) mentre la seconda sezione si compone di una serie di tavole statistiche che offrono dati aggiornati al 2011 (ricavati da indagini statistiche ed archivi amministrativi nazionali quali Inps, Ministero del lavoro e Istat e da fonti internazionali come Eurostat e Ocse) articolati a diversi livelli territoriali per consentire comparazioni regionali e internazionali.

Tutte le informazioni sono organizzate in tre sezioni di chiara e rapida consultazione:

  • contesto socio-economico con dati che forniscono un quadro informativo socio-demografico, economico e del mercato del lavoro;
  • famiglia e coesione sociale con dati riguardanti il capitale umano, la conciliazione tempo di lavoro e cura della famiglia, salute, la povertà e l’ esclusione sociale;
  • spesa e interventi per la coesione sociale con dati sulla spesa sociale delle amministrazioni pubbliche, sulla protezione sociale, sulle politiche attive e passive del mercato del lavoro, sui servizi sociali degli enti locali.

Clicca qui per consultare un abstract con i principali dati del Rapporto sulla coesione sociale

Clicca qui per consultare il primo volume 

Clicca qui per consultare il secondo volume

Clicca qui per consultare il database “Coesione-sociale” contenente più di 700 indicatori su demografia, lavoro, capitale umano, povertà, salute, politiche di protezione e assicurazione sociale, politiche attive sul mercato del lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here