Presentato il nuovo indice delle società digitali

970

Il 24 febbraio la Commissione europea ha reso noti i dati dell’Indice delle nuove economie e società digitali (new Digital Economy and Society Index-DESI), un indice che tiene conto di trenta indicatori utili a capire l’andamento e lo sviluppo degli Stati membri.

Questa analisi è funzionale alla realizzazione di un Mercato Unico Digitale (priorità importante nell’Agenda Juncker) e alla pubblicazione dell’ annuale Rapporto: Digital Agenda Scoreboard di cui è stata contestualmente presentata l’edizione 2015.

Prendendo in esame aspetti quali la connettività le competenze digitali, l’utilizzo e la disponibilità di servizi on – line è stato elaborato un indice il cui valore massimo è 1. Il Rapporto rileva forti divergenze tra Stati membri: ad esempio la Danimarca ha il tasso più alto di digitalizzazione: 0,65, mentre la Romania si ferma a 0,31.

A livello di singoli indicatori, dal Rapporto 2015 emerge: un generalizzato uso regolare di Internet (con percentuali che variano dal 93% del Lussemburgo al 48% della Romania); una crescente richiesta di download di contenuti audiovisivi i(l 49% degli utenti europei di Internet ha utilizzato o scaricato giochi, immagini, film o musica); il sottoutilizzo delle potenzialità del commercio elettronico da parte delle Piccole e Medie Imprese (solo il 19% vende on – line) grandi disparità sia nella digitalizzazione dei servizi pubblici da parte degli Stati membri (a livello europeo un terzo degli utenti ha usato form on – line per inviare informazioni alle autorità, con percentuali che variano dal 69% della Danimarca al 6% della Romania), sia nel campo dell’e – healt (Il 26% dei medici di famiglia in Europa utilizza prescrizioni elettroniche, con percentuali che variano però dal 100% in Estonia allo 0% a Malta).

Clicca qui per saperne di più

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here