Parlamento europeo: il resoconto della plenaria di febbraio

959

Molti i temi toccati nella sessione plenaria del Parlamento europeo appena conclusasi

Nel corso dell’ultima sessione plenaria che si è  svolta a Strasburgo dal 12 al 16 febbraio, il Parlamento europeo si è occupato di numerosi argomenti, dall’accordo di libero scambio fra l’Unione Europea e Singapore all’istituzione di “RescEU”, dalla normativa sul diritto d’autore al riutilizzo delle acque reflue in agricoltura.

Presentando la sua visione sul futuro dell’Europa, Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio dei Ministri italiano, ha dichiarato che si deve «lottare per un’Europa più solidale e più equa, in breve per un’Europa più democratica».

Nel corso della sessione plenaria, è stato dedicato lo studio radiofonico del Parlamento europeo ad Antonio Megalizzi e Bartosz Orent-Niedzielski, i due giornalisti rimasti vittime dell’attentato terroristico avvenuto a Strasburgo l’11 dicembre scorso.

Per ciò che concerne la politica commerciale, i deputati e le deputate hanno approvato l’accordo di libero scambio fra l’Unione Europea e Singapore, che porterà all’abolizione della quasi totalità delle tariffe doganali entro i prossimi cinque anni.

La plenaria ha poi dato il via libera all’aggiornamento del Meccanismo di protezione civile dell’Unione Europea e all’istituzione di “RescEU”, un fondo dedicato agli Stati membri che si dovessero trovare a gestire una catastrofe naturale.

Per ciò che concerne la normativa sul diritto d’autore, in un’ottica di garanzia della libera espressione sulla rete, è stato trovato un accordo tra Parlamento e Consiglio che prevede un maggiore potere negoziale per i creativi e gli editori nei confronti delle grandi aziende di Internet.

Rispetto all’ambiente e agli animali, la plenaria ha rispettivamente approvato nuove norme per il riutilizzo delle acque reflue in agricoltura e una risoluzione per garantire il benessere degli animali da allevamento che devono affrontare viaggi di lunga durata.

Gli europarlamentari e le europarlamentari si sono, infine, espressi per il mantenimento dell’attuale livello di sostegno per lo sviluppo delle regioni per il periodo 2021-2027; hanno approvato i piani che assicurano bassi costi di cambio sui pagamenti in euro nell’Unione Europea; hanno votato a favore dell’istituzione del primo strumento di controllo degli investimenti esteri diretti, che servirà a difendere, tra gli altri, settori strategici come l’acqua, i trasporti, le comunicazioni e le tecnologie; hanno votato a favore della proposta volta ad offrire maggiore protezione ed equi risarcimenti per le vittime di incidenti stradali; hanno, inoltre, richiesto agli Stati membri di prendere in considerazione la possibilità di introdurre una politica europea sull’uso medico della cannabis.

Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here