Organizzazione Internazionale del lavoro: donne e ruoli manageriali, lontana la parità

737

Secondo lo Studio, pubblicato dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro ILO (OIL – ILO) e intitolato “Women in Business and Management: Gaining Momentum”,  negli ultimi due decenni, le donne hanno raggiunto il 20% o più di tutti i posti dirigenziali in un ristretto numero di Paesi, anche se per raggiungere la parità di genere la strada da fare è ancora lunga.

«La nostra ricerca – dichiara Deborah France – Massin, direttore dell’Ufficio dell’ILO per le attività dei datori di lavoro – mostra che l’aumento della partecipazione delle donne al mercato del lavoro è stato il più grande motore di crescita e competitività. Un numero crescente di studi ha inoltre dimostrato una connessione positiva tra la partecipazione delle donne in posizioni decisionali e le performance aziendali».

Le donne, secondo i dati forniti dal Rapporto, possiedono e gestiscono oltre il 30% di tutte le piccole e medie imprese. Ne consegue che aiutarle a far crescere le loro aziende, oltre ad aumentare la parità di genere, contribuirebbe ad accrescere lo sviluppo economico.

Il Rapporto delinea dunque una serie di raccomandazioni per ridurre il divario di genere, facendo riferimento, in particolare alla ricerca di «soluzioni flessibili» per dare la possibilità alle donne di conciliare impegni lavorativi e quelli familiari.

«È tempo di rompere il cosiddetto soffitto di cristallo – afferma France – Massin – per evitare quote rosa obbligatore che non sempre risultano necessarie o efficaci».

Clicca qui per saperne di più

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here