Nuova iniziativa dei cittadini europei contro la sorveglianza biometrica di massa

74

Registrata la ICE “Reclaim your face”

La Commissione europea ha recentemente registrato una nuova iniziativa dei cittadini europei (ICE), lo strumento di partecipazione civica che consente, attraverso la raccolta delle firme di almeno un milione di cittadini in almeno sette Paesi dell’Unione, di invitare la Commissione europea a prendere posizione in merito ad un tema rientrante nell’ambito delle proprie competenze, formulando altresì una proposta di adozione di un atto giuridico nell’ambito del processo legislativo dell’UE.

La nuova ICE, dal titolo “Iniziativa della società civile per il divieto delle pratiche di sorveglianza biometrica di massa (Reclaim your face!)”, domanda l’adozione di misure volte a scongiurare l’adozione di quegli strumenti di controllo basati su dati biometrici balzati agli onori della cronaca in Cina e recentemente importati anche sul territorio del continente europeo in Serbia, Paese candidato all’adesione all’Unione europea. Tali pratiche, secondo i proponenti, sono suscettibili di dare vita a sistemi di sorveglianza di massa lesivi dei diritti fondamentali dell’individuo.

La Commissione non ha al momento ravvisato profili di inammissibilità, pur dovendo ancora addentrarsi nell’analisi di merito del contenuto. Gli organizzatori hanno sei mesi a disposizione per avviare la raccolta delle firme necessarie, e un anno per completarla. Dall’eventuale completamento della raccolta, la Commissione avrà sei mesi di tempo per prendere posizione in merito alla richiesta, respingendola motivatamente o dando forma ad un progetto di atto giuridico in materia.

Per approfondire: il comunicato della Commissione, il sito dell’iniziativa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here