Mercoledì 23 gennaio, Saluzzo: “Europa: una scelta per il futuro”

362

Mercoledì 23 gennaio, a Saluzzo, avrà luogo l’incontro “Europa: una scelta per il futuro”, organizzato dall’Azione Cattolica della Diocesi di Saluzzo, durante il quale verranno trattate le prospettive del processo di integrazione europeo in uno scenario internazionale in costante mutamento.

Relatore sarà il presidente di APICE, Franco Chittolina.

Appuntamento presso l’Oratorio Don Bosco di Saluzzo, in Via Donaudi 36, alle ore 19.00.

 

EUROPA: UNA SCELTA PER IL FUTURO

Ovvero: si può stare soli?

Soli lo siamo già abbastanza: nelle nostre comunità locali, dal fragile tessuto sociale, in un Paese con regioni disarticolate fra loro, in un’Unione Europea a rischio disunione e in un mondo frantumato tra Nord e Sud, tra Occidente e Oriente. Non è quindi il caso di andare oltre, perché soli non si vive, se va bene si vive male e se va male si può anche morirne.

Considerazioni che non ci fanno esitare sulla scelta per il futuro dell’Unione Europea nel 2019: più insieme e più solidali in Europa, ricostruendo un’Unione capace di ritrovare i suoi valori fondativi, quelli riscoperti all’indomani della Seconda guerra mondiale per consolidare la pace, lottando contro le diseguaglianze, il logoramento del welfare, l’erosione dei diritti e i muri che si stanno edificando nel mondo.

Non sarà impresa facile, ma non cominciamo da zero. Alle nostre spalle ci sono le tragiche lezioni del passato: quella dei nazionalismi, terreno di coltura delle guerre, ma anche quelle incoraggianti che ci vengono dalla straordinaria avventura del processo dell’integrazione europea. In particolare in questo 2019 in cui ricorrono quattro importanti anniversari: 1979, la prima elezione a suffragio universale diretto del Parlamento europeo; 1989, l’abbattimento del Muro di Berlino; 1999, la nascita dell’euro; 2009, l’esplosione della crisi economica e sociale. Quattro eccezionali lezioni della storia da cui imparare convinti, come Victor Hugo, che “L’avvenire è la porta, il passato ne è la chiave”.

Il 26 maggio prossimo voteremo per il Parlamento europeo: un passaggio decisivo per il futuro dell’Unione Europea, un’occasione per conoscerla meglio fin d’ora e per fare la scelta giusta. Non è il momento di sbagliare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here