Meno dazi più sviluppo: Relazione di monitoraggio del sistema delle preferenze tariffarie generalizzate

894

La Commissione europea e il Servizio europeo per l’azione esterna hanno pubblicato il 19 gennaio scorso una Relazione contenente dati in base ai quali si può affermare che la riduzione dei dazi doganali produce effetti positivi sullo sviluppo economico e sociale.

La riduzione dei dazi doganali è prevista dal sistema di preferenze tariffarie generalizzate (SPG, definito come: sistema non reciproco e non discriminatorio di accordi tariffari preferenziali con il quale i Paesi in via di sviluppo ottengono un accesso preferenziale ai mercati dell’Ue) entrato in vigore nel 1971 e fatto oggetto di riforma nel 2014

Dalla Relazione di monitoraggio emerge che dalla riforma in poi si è registrato: un aumento delle esportazioni dei Paesi SPG verso l’UE del 25% annuo (valore medio in euro pari a 63 miliardi all’anno). Va segnalato che il dato riferito ai soli Paesi meno sviluppati si attesta a +25% e 23,5 miliardi nel 2016.

Lo sviluppo prodotto dal sistema SPG non è soltanto economico ma anche sociale: migliora l’emancipazione femminile, si registrano progressi in tema di lotta al lavoro forzato e al lavoro minorile, riduzione del traffico illegale di sostanze stupefacenti, impegno per il contrasto dei cambiamenti climatici.

La Relazione (accompagnata da un documento di lavoro relativo al monitoraggio del sistema SPG+ regime speciale di incentivazione per lo sviluppo sostenibile e il buon governo) riporta sia dati di carattere generale, sia approfondimenti di casi specifici.

In termini generali si segnala il maggiore coinvolgimento della società civile nel monitoraggio del sistema: in due annualità di monitoraggio sono state attivate 17 sessioni di dialogo strutturato e, nel 2017 sono state coinvolte 20 organizzazioni.

I casi specifici sottolineati con maggiore enfasi sono quelli del Pakistan (che ha approvato leggi contro i delitti d’onore e la violenza sessuale) e del Paraguay (per cui si registra un maggiore impegno ambientale nella tutela delle specie selvatiche).

Per approfondire:

Relazione sul sistema SPG

Documento di lavoro sul sistema SPG+

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here