L’Unione Europea incrementa i propri sforzi per prevenire il terrorismo in Medio Oriente e Nord Africa

L’Unione Europea ha recentemente adottato un programma del valore di 17,5 milioni di Euro da indirizzare contro la minaccia terroristica in Medio Oriente e in Nord Africa

610

L’Unione Europea ha recentemente adottato un programma del valore di 17,5 milioni di Euro all’interno dello Strumento di contribuzione alla Stabilità e alla Pace da indirizzare contro la minaccia terroristica in Medio Oriente e in Nord Africa. Il terrorismo e la radicalizzazione che conducono all’estremismo violento continuano a rappresentare una sfida significativa per gli Stati in quella regione e questo programma della durata prevista di tre anni si impegnerà a incrementare la sicurezza e a costruire forme di resilienza all’interno delle società e dei Paesi stessi.
Il programma includerà una prima componente per migliorare la capacità degli attori statali che giocano un ruolo chiave nella lotta al terrorismo e all’estremismo. La seconda parte, invece, sarà dedicata ai partenariati tra le autorità locali, i giovani e le comunità per tentare di eliminare quei fattori che possono condurre le comunità più vulnerabili all’estremismo violento.
La sicurezza dell’Unione Europea è direttamente collegata alla sicurezza e alla stabilità dei suoi vicini e, al fine di assicurare prosperità, stabilità e sicurezza per tutti, le istituzioni comunitarie lavorano con l’obiettivo di uniformare le politiche di sicurezza interna ed esterna, come ben delineato nella Strategia Globale della Politica di Estera e di Sicurezza dell’Unione Europea.
L’Alto rappresentante dell’Unione per gli Affari esteri e la politica di sicurezza, Federica Mogherini, ha ribadito l’importanza della cooperazione sull’antiterrorismo con i Paesi partner nonché del dialogo e dello scambio reciproco di buone pratiche per imparare gli uni dagli altri. Al riguardo ha sottolineato il ruolo della rete di esperti di antiterrorismo presenti nei Paesi chiave, ricordando che «il modo migliore per evitare la radicalizzazione e l’estremismo violento è effettivamente quello di lavorare insieme».

Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here