L’Unione Europea e la crisi venezuelana: proposte e sostegno dal Parlamento e dalla Commissione

167

Nella sessione plenaria di giovedì 28 marzo 2019, il Parlamento europeo ha adottato una risoluzione sulla situazione politica in Venezuela, in cui auspica una soluzione pacifica e democratica della crisi in corso.

Il Parlamento europeo ha così riaffermato:

  • il sostegno politico a Juan Guaidò e a elezioni libere nel Paese;
  • l’urgenza per quegli Stati membri dell’U.E., che non l’hanno ancora fatto, di riconoscere Guaidò come legittimo  Presidente ad interim del Venezuela;
  • la necessità di prendere ulteriori misure, a livello europeo, contro il “regime illegale” di Maduro; in particolare, il Parlamento europeo chiede di porre fine alla repressione contro i giornalisti, i leader politici e i membri della squadra di Juan Guaidò.

D’altra parte, la Commissione europea ha deciso lo stanziamento di cinquanta milioni di euro supplementari per aiuti umanitari e per affrontare più efficacemente il peggioramento della crisi economica e sociale che da tempo affligge lo Stato venezuelano. Ad oggi, gli aiuti europei complessivi erogati  a partire dal 2018 ammontano  a 117, 6 milioni di euro.

L’Alto Rappresentante per la politica estera e di sicurezza comune, Federica Mogherini ha dichiarato: “l’Unione Europea rimane in prima linea per quanto riguarda il sostegno internazionale al popolo venezuelano. Stiamo operando per rafforzare la cooperazione internazionale, al fine di garantire che gli aiuti umanitari raggiungano effettivamente le persone bisognose all’interno come all’esterno del Venezuela, in modo imparziale e attraverso canali indipendenti, senza alcun tentativo di politicizzare l’erogazione degli aiuti”.

Per ulteriori informazioni: il comunicato del Parlamento europeo, il comunicato della Commissione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here