L’UE sostiene i Balcani Occidentali nell’urgenza Covid-19 e con un piano per la ripresa

76

Il 29 aprile la Commissione ha annunciato un finanziamento europeo di oltre 3,3 miliardi di € per sostenere i Balcani Occidentali nell’ambito dell’emergenza Covid-19.  Il finanziamento mira a coprire necessità urgenti in ambito sanitario e sociale, e, in un secondo momento, a una ripresa economica e sociale forte. Inoltre il 6 maggio i capi di Stato e di governo dell’UE e quelli dei Balcani occidentali si sono riuniti in una videoconferenza in cui la Commissione ha annunciato alcune linee guida per un piano di ripresa a lungo termine, che si tradurrà in grandi investimenti nella regione.

Nel quadro di relazioni di pre-adesione all’UE, il pacchetto di finanziamenti europei comprende un  sostegno immediato per il settore sanitario (comprendenti dispositivi di protezione individuale, mascherine e ventilatori), nonché investimenti per la ripresa sociale ed economica post covid, in collaborazione con istituzioni finanziarie internazionali. Dal punto di vista della ripresa sociale, l’Europa ha attivato una forte e rapida assistenza umanitaria nei confronti dei migranti e dei rifugiati: in totale 8 milioni di € sono stati stanziati per coprire le urgenti esigenze all’interno dei campi profughi. La questione dei migranti e dei profughi nella zona dei Balcani Occidentali è presa in carico dall’UCPM, il meccanismo di protezione civile dell’Unione, attivato anche dai Balcani in modo da poter ricevere aiuti e assistenza dagli Stati membri.

Quando l’urgenza sarà passata, sarà necessario guardare al futuro con un piano di ripresa ambizioso, per questo nei prossimi mesi sarà presentato dalla Commissione un piano economico e di investimenti per la regione, stimolandone la ripresa a lungo termine e facilitandoli nel cammino verso l’UE. Il piano contemplerà una serie di investimenti a favore di queste regioni, che si concentreranno in particolare sulla transizione verde e sulla trasformazione digitale, fondamentali per l’ammodernamento delle economie balcaniche, rendendole più competitive e interconnesse con l’Europa.

Per saperne di più: il comunicato della Commissione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here