L’UE mobilita l’assistenza per Gaza attraverso il corridoio marittimo di Cipro

40

In seguito all’annuncio congiunto dell’8 marzo di Commissione europea, Germania, Grecia, Italia, Paesi Bassi, Repubblica di Cipro, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito e Stati Uniti, il 17 maggio è stata effettuata una nuova spedizione di aiuti forniti dall’UE da Cipro a Gaza, attraverso il corridoio marittimo e il molo statunitense di recente costruzione. Tale corridoio ha una funzione complementare, e si affianca, senza sostituirle, alle rotte terrestri verso Gaza già esistenti (come i valichi di Kerem Shalom e Rafah). 

Attraverso il Meccanismo di protezione civile dell’UE, la Romania sta inviando più di 88.000 scatole di cibo ai palestinesi, di cui la Commissione copre i costi di trasporto. 

Il Centro di coordinamento della risposta alle emergenze dell’UE rimane in stretto contatto con gli Stati membri e i partner umanitari per mobilitare le offerte di assistenza attraverso il corridoio marittimo al fine di aumentare le forniture di aiuti. Questa nuova fornitura di aiuti via mare si aggiunge alle oltre 2.000 tonnellate già convogliate dai voli del ponte aereo umanitario dell’UE e ai 193 milioni di euro di finanziamenti umanitari dell’UE stanziati quest’anno per i palestinesi.

L’UE chiede, inoltre, a Israele di garantire un accesso duraturo attraverso nuove vie, come il valico di Erez e l’utilizzo del porto di Ashdod.

Per approfondire: EU mobilises assistance for Gaza via Cyprus Maritime Corridor 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here