L’UE esorta il Venezuela ad una maggiore collaborazione

183

“Una prova di moderazione”: è quanto chiede l’Alta Rappresentante a nome dell’Unione europea, Federica Mogherini all’attuale governo venezuelano che in questi giorni sta contrastando, spesso in maniera violenta, qualsiasi movimento civile nonché la distribuzione dell’aiuto umanitario.

Infatti, è ormai da tempo che lo stato sud-americano versa in una grave crisi economica, sociale ed umanitaria, la quale sta generando conseguenze disastrose per la popolazione.

A questo proposito l’UE ha già investito 60 milioni di euro in supporto alla popolazione locale più vulnerabile e nella formazione di un meccanismo di coordinamento dell’aiuto più solido ed efficace. Un obiettivo ambizioso che vuole essere attuato nel pieno rispetto dei principi di umanità, neutralità, imparzialità e indipendenza, in collaborazione con gli appositi organi delle Nazioni Unite.

“Il popolo del Venezuela ha già sofferto molto; – sottolinea Federica Mogherini – è ormai tempo di permettergli di decidere del suo futuro. Rinnoviamo con forza il nostro invito a rispristinare la democrazia attraverso elezioni presidenziali libere, trasparenti e credibili. L’UE, attraverso il gruppo di contatto internazionale, è pronta a sostenere questo processo.”

Per saperne di più: il comunicato del Consiglio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here