L’impegno dell’UE e dell’ONU per la sicurezza alimentare

833

La Commissione Europea e le Agenzie delle Nazioni Unite FAO (Food and Agriculture Organisation) WFP (World Food Programme) e IFAD (International Fund for Agricultural Development) hanno firmato a Roma, alla presenza della commissaria alla Cooperazione internazionale e gli Aiuti umanitari Kristaliana Georgieva e del commissario allo Sviluppo Andris Piebalgs, un nuovo quadro strategico per la cooperazione, volto a rafforzare la capacità   della comunità   internazionale di fornire un sostegno efficace, coordinato, tempestivo e sostenibile alla sicurezza alimentare e alla nutrizione.
Sono 925 milioni le persone che nel mondo vivono situazioni di denutrizione e più di 40 milioni sono coloro che nell’ultimo anno sono arrivati alla povertà   estrema a causa dell’aumento dei prezzi dei generi alimentari.
Le Agenzie ONU con sede a Roma sono attori-chiave nel campo della sicurezza alimentare e della nutrizione, la Commissione Europea è nello stesso settore il donor più importante con un budget destinato agli aiuti alimentari che per il triennio 2007-2010 è stato di oltre un miliardo di euro, a cui vanno aggiunti gli 850 milioni di euro investiti annualmente per la sicurezza alimentare.
Il nuovo quadro strategico in cui i quattro partner uniscono le loro forze a partire dal una convergenza di obiettivi permetterà   alla comunità   internazionale di affrontare con maggiore solidità   i problemi legati alla nutrizione e alla sicurezza alimentare sia nel breve periodo sia a lungo termine.
«Nessun Paese – ha dichiarato Piebalgs in occasione della firma – puಠuscire dalla povertà   e svilupparsi avendo una popolazione malnutrita». Annunciando nuove proposte UE in tema di politiche per lo sviluppo Piebalgs ha confermato che la lotta alla fame e all’insicurezza alimentare resta «una priorità   politica europea», nella consapevolezza che non è «un solo giocatore» che puಠsconfiggere la fame e che «l’unione delle forze è la ricetta più efficiente».
Anche Kristalina Georgieva ha confermato l’impegno UE in questo campo sottolineando come «le sfide dell’oggi richiedono la cooperazione di tutti coloro che condividono gli stessi obiettivi per garantire che gli aiuti arrivino a destinazione in maniera efficiente ed efficace».

Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here